Con la moda delle patatinerie, che sono praticamente sbucate in ogni angolo di strada nelle nostre città, resistere ad una porzione di calde e croccanti patatine fritte è davvero difficile. Anche quelli che seguono la dieta in maniera rigorosa, troveranno molto difficile non cedere alla tentazione. Per evitare di mangiare qualcosa di grasso e poi sentirsi in colpa, esistono però una serie di valide alternative alle patatine fritte, che saranno ugualmente croccanti e gustose, con la sola differenza che non faranno lievitare il nostro peso.

1. Cavolo – Le kale chips sono le chips fatte con il cavolo riccio nero. Non sono fritte e sono  ma sono ugualmente croccanti, ricche di fibre ma poverissime di calorie, perché non sono fritte. Sono uno tra i piatti principali della dieta Paleo, quella che segue Gwyneth Paltrow e che ha conquistato Hollywood.

2. Cavolini di Bruxelles – La ricetta più facile da realizzare in alternativa alle patatine fritte sono i cavolini di Bruxelles. Basterà tagliarli alla base staccando le foglie, condirli in una terrina con olio, sale, limone e pepe. Si dovrà poi cuocere tutto in forno per 5 minuti a 180 gradiForno a 180° per 5 minuti, poi mescolarle e cuocerle altri 5 minuti.

3. Bietole – Per far sì che le bietole diventino croccanti come delle patatine, bisognerà pulirle, tagliarle, condirle con sale e pepe e un pizzico di aglio ed infine cuocere in un forno ventilato a 135 gradi per 40 minuti, girandole a metà cottura. Il risultato finale sarà incredibile.

4. VerzaLa verza è una delle verdure più salutari al mondo. Le sue foglie più grandi, quelle più spesse e scure, potranno essere sbollentate e poi messe nel forno a 100 gradi per circa 3 ore, fin quando cioè non saranno secche. Al termine della cottura saranno croccanti e gustose.

5. Melanzane – Per avere delle chips con le melanzane, sarà necessario tagliarle nel modo più sottile possibile. Devono poi essere spennellate di olio, sale, erbe a scelta e cotte in forno ventilato attorno ai 100 gradi per almeno tre ore. Non saranno fritte ed avranno un ottimo sapore.

6. Ravanelli – Anche i ravanelli dovranno essere tagliati sottili, al massimo 3 o 4 millimetri. Per avere delle perfette chips, si dovranno condire con olio, sale, pepe e aromi vari e poi cuocerli per circa 10 minuti a 190 gradi. Se si vogliono ancora più croccanti, basterà lasciarli qualche minuto in più nel forno.

7. Sedano rapa – Il sedano rapa è acquoso e delicato, tanto che quasi non riesce ad essiccarsi neppure in forno. Bisogna fare delle fettine sottili e poi deve essere fritto in olio a 180 gradi. E’ una ricetta un po’ più grassa rispetto alle altre, ma ha pur sempre metà delle calorie in meno rispetto alle patate.

8. Carote – Le carote devono essere affettate con un pelapatate e, dopo essere state insaporite, bisognerà metterle in forno a 180 gradi per 5-10 minuti, ricordando di girarle a metà cottura. Attenzione, prima di spostarle dalla teglia, devono raffreddarsi per almeno tre minuti.

9. Zucca – Per creare delle chips di zucca, bisognerà utilizzare il suo collo lungo, che dovrà essere affettato con la mandolina. Dopo averle condite, bisognerà mettere le fettine in forno a 200 gradi, fin quando non saranno croccanti.

10. Barbabietole – Le barbabietole possono essere tagliate a fettine sottilissime e spennellate con olio d’oliva. Cotte a 180 gradi per 20 minuti, diventeranno delle ottime chips. Potranno poi essere condite con sale e rosmarino e il risultato sarà ottimo.