E' stato celebrato oggi il secondo Royal Wedding dell'anno, quello tra la principessa Eugenie di York e Jack Brooksbank, celebrato nella St. George Chapel del castello di Windsor proprio come quello di Harry e Meghan. Se la sposa ha incantato tutti con il suo spettacolare abito bianco con lo scollo a V e gli invitati si sono distinti per originalità, ad attirare le attenzioni dei media non potevano che essere i bambini che hanno fatto da paggetto e damigella. Tra loro anche i principini George e Charlotte che hanno dimostrato ancora una volta di essere delle piccole star.

Charlotte saluta come una regina, George ride in chiesa

La principessa Eugenie di York è apparsa splendida nell'abito bianco di Peter Pilotto indossato per il Royal Wedding ma, nonostante la sua indiscussa eleganza, ad attirare l'attenzione dei presenti non potevano che essere i paggetti e le damigelle. Gli 8 bambini, quasi tutti appartenenti alla Royal Family fatta eccezione per la figlia di Robbie Williams e Louis de Givenchy, hanno sfoggiato dei look coordinati firmati Amaia Kids, uno dei brand per bambini più amati da Kate Middleton. Le femminucce hanno indossato degli abitini bianchi con dei nastri a fantasia sulle tonalità del verde annodati con un grosso fiocco intorno alla vita. Per i maschietti sono stati scelti dei pantaloni blu cobalto, delle camicie bianche e gli stessi nastri in vita delle damigelle, anche se portati senza fiocco. Protagonisti indiscussi sono stati Charlotte e George, i primi due figli di William e Kate Middleton. La principessina non dava la mano ai suoi amichetti ma mentre saliva le scale della chiesa si è girata a salutare i fotografi come un vera e propria regina, a dimostrazione del fatto che ama i riflettori. George, invece, durante la cerimonia religiosa non ha potuto fare a meno di ridere al fianco della "compagna di marachelle" Savanne, dando prova di essere un piccolo monello.

L'opera d'arte sulla fascia degli abiti dei bambini

Gli abiti dei paggetti e delle damigelle avevano un dettaglio identico che ha reso i look coordinati: la fascia annodata in vita decorata con una stampa astratta. La verità è che non si tratta di un disegno casuale ma di una vera e propria opera d'arte firmata Mark Bradford, un artista di Los Angeles molto apprezzato e ricercato. Il quadro in questione è "Helter Skelter I", fino allo scorso marzo apparteneva alla stella del tennis John McEnroe ed è stato poi venduto per 8,7 milioni di sterline. Il motivo per cui gli sposi sono molto legati a questa immagine? La principessa è la direttrice della galleria d’arte contemporanea Hauser & Wirth di Londra e adora Bradford, non a caso lo ha scelto anche per decorare l’ultima pagina del libretto del matrimonio.

Paggetti e damigelle cadono sulle scale della chiesa

I paggetti e le damigelle scelti per le nozze di Eugenie di York solo dei bambini e, nonostante molti di loro facciano parte della Royal Family britannica, non vengono ancora costretti a rispettare le regole imposte dall'etichetta. Non è un caso che, come succede a ogni loro apparizione pubblica, siano diventati protagonisti di diversi momenti esilaranti. Non solo Charlotte si è girata a salutare i fotografi come una diva e George è scoppiato a ridere durante la cerimonia religiosa, mentre salivano le scale della St. George Chapel mano nella mano con Lady Louise Mountbatten-Windsor, alcuni dei bimbi sono caduti, forse spostati dal forte vento. Il primo a inciampare è stato Louis de Givenchy, che ha trascinato a terra anche la principessina Charlotte. Per fortuna nessuno si è fatto male nonostante il capitombolo e sono tutti tornati in piedi come se nulla fosse successo.

Chi è Theodora Rose Williams, una delle damigelle scelte da Eugenie

La principessa Eugenie di York ha scelto come paggetti e damigelle 6 femminucce e 2 maschietti, quasi tutti appartengono alla famiglia reale e sono suoi parenti, solo due di loro si distinguono dal coro. Si tratta di Louis de Givenchy, erede della nota Maison di moda, e Theodora Rose Williams. E' stata proprio quest'ultima ad attirare su di sé i riflettori, visto che la sua famiglia non ha nessuna origine nobiliare né tanto meno è legata all'Alta Moda. Si tratta della figlia di Robbie Williams e della moglie Ayda Field, amici stretti della sposa reale, ha 6 anni ed è bellissima. Ad aver lasciato tutti senza parole è il fatto che, nonostante non facesse parte della Royal Family, si è trovata benissimo a stretto contatto con i principini. Da grande riuscirà a conquistare uno degli eredi al trono? L'unica cosa certa è che avrebbe tutte le carte in regola per essere una principessa.