Il caschetto scalato è un vero e proprio intramontabile tra i tagli di capelli: resiste al tempo e alle stagioni ed è molto amato dalle donne per la sua versatilità. Può essere infatti declinato in tanti modi diversi e, anche se la sua variazione più conosciuta è quella sul caschetto lungo, magari ravvivato da morbide onde che addolciscono i tratti del viso, la tendenza lo richiede corto e spettinato, oppure ondulato. Quindi non solo long bob ma anche carrè più corti e dinamici che permettono di giocare con le lunghezze, ma che sono allo stesso tempo facili da portare e da mantenere, anche a casa. Scopriamo allora il caschetto nella sua versione scalata per donare un tocco più cool ai nostri capelli ed essere belle e alla moda con una chioma perfetta.

 Perché scegliere il caschetto scalato

Il caschetto scalato è quai sempre la scelta giusta: è un taglio facile da gestire per tutte le tipologie di capelli, lisci, mossi ma anche ricci, inoltre è un taglio versatile che permette di creare diversi styling. La scalatura, poi, dona volume alla chioma, rendendolo il taglio ideale anche per chi ha i capelli fini. Il carrè scalato è anche un taglio personalizzabile: di solito si presenta con capelli più corti dietro e più lunghi davanti ma che può essere variato realizzando diversi scarti di lunghezza, oppure scegliendo ciocche molto più lunghe davanti creando un netto contrasto con il dietro. Inoltre sta bene ad ogni tipo di capelli e di viso: dona volume ai capelli sottili, aiuta a dare forma a quelli più pesanti e grossi e aiuta a creare look moderni e particolari ai capelli mossi. Solo in caso di capelli crespi è meglio evitare questo taglio, perché potrebbero arruffarsi. Sul bob scalato si possono poi realizzare bellissime sfumature utilizzando sia la tecnica dello shatush, che colora le ciocche da metà lunghezza, che il balayage che dona riflessi naturali dalle radici alle punte evidenziando le ciocche giuste per donare luminosità alla chioma.

Caschetto scalato: il taglio alla moda nelle sue diverse declinazioni

Il caschetto scalato è un taglio sempre alla moda e molto pratico: è facile da mantenere e da pettinare, lo si può quindi curare a casa ogni giorno senza troppa fatica. Il consiglio è però quello di ritornare dal parrucchiere ogni 2 mesi per dare una sistemata al taglio e averlo sempre impeccabile. Che sia corto o lungo potete asciugarlo naturale, utilizzando la piastra per lisciarli o creare le onde ottenendo un bellissimo effetto wavy che donerà al vostro look un aspetto naturale ma curato.

Potete optare per un bob destrutturato per alleggerire le chiome pesanti, si tratta di un caschetto molto scalato ai lati del viso e che crea un gioco di vuoti e pieni per donare leggerezza ai capelli folti e pesanti. In questo modo il taglio è più armonico e diventa la soluzione ideale per chi ha i capelli mossi e ricci: grazie alla scalatura, infatti, sarà facile da gestire anche senza fare la piega. Può essere lungo oppure corto nella versione simile al pixie wavy oppure scegliendo il wob, caschetto ondulato molto chic con onde piatte ma molto naturali. Una declinazione molto femminile del caschetto scalato è quello mosso con onde in stile messy chic, un taglio pratico ed elegante che scopre il collo e dona volume e che, scalato, alleggerisce i tratti: è l'ideale per chi ha i viso ovale ma snellisce anche i lineamenti di chi ha il viso tondo.

Per chi ama la mezza lunghezza ma non può rinunciare al carrè, l'ideale resta sempre il caschetto lungo scalato, si tratta di un taglio che dona davvero a tutte, oltre ad essere molto versatile. Si può poi giocare con le acconciature e declinarlo nella sua versione liscia, mossa, sfilata: l'importante che sia irregolare. Tra le varianti c'è poi quella del caschetto scalato con la frangia: oltre a donare un tocco trendy al taglio permette anche di personalizzarlo, realizzando così un caschetto che si addice alla propria personalità. La frangia può essere ordinata o spettinata, chi ha i capelli mossi dovrà preferire la frangia sfilata che ammorbidisce i tratti del viso.