Con l'arrivo dell'estate e delle lunghe giornate in spiaggia o in piscina, i nostri capelli ricci sono messi a dura prova: con il caldo, infatti, è in agguato l'effetto crespo, inoltre la chioma potrebbe seccarsi troppo. Ma, come curare i capelli ricci in estate? Basterà seguire dei semplici accorgimenti per mantenerli belli e in salute: a partire dallo shampoo e fino alla cura dei ricci in spiaggia, per averli sempre al top. Ecco allora quali sono i consigli giusti per affrontare il caldo al meglio e avere la chioma riccia a posto.

Shampoo ogni giorno? Meglio di no

Anche se la tentazione è forte, a causa soprattutto del sudore, evitate di fare lo shampoo tutti i giorni, altrimenti i capelli potrebbero seccarsi troppo e i ricci diventare crespi. Lavate i capelli ricci 2-3 volte a settimana al massimo, utilizzando uno shampoo specifico per capelli ricci, meglio se senza siliconi e con effetto anticrespo. L'ideale sono le formule nutrienti che mantengono il riccio elastico, contrastando la disidratazione. In alternativa potreste provare una tipologia di lavaggio alternativa come il cowash, un metodo che prevede l'utilizzo del solo balsamo, al posto dello shampoo, che rende i capelli morbidi e lucenti.

Balsamo e maschera idratanti e nutrienti

Dopo ogni shampoo utilizzate un un balsamo idratante e addolcente che aiuti a districare i nodi senza l'uso del pettine: preferite le dita, così da districarli dolcemente e senza il rischio di strapparli. Ricordate poi di fare l'ultimo risciacquo con acqua fredda e succo di limone o aceto di mele: ciò servirà a chiudere le squame dei capelli, riducendo l'effetto crespo e donando luminosità alla chioma. Almeno una volta a settimana, poi, concedete ai vostri capelli ricci un impacco con una maschera nutriente e ristrutturante, per avere capelli morbidi e ricci definiti.

Asciugatura all'aria o con la tecnica del plopping

Una volta lavati i capelli tamponateli con un asciugamano di cotone: non strofinateli per evitare l'effetto crespo. Preferite poi l'asciugatura all'aria, così non stresserete i vostri ricci che saranno naturali: magari potete applicare prima i semi di lino, così che risultino più lucidi. Se proprio non potete rinuciare al phon, anche con il caldo, allora utilizzatelo sempre con il diffusore a temperatura media, applicando prima una mousse volumizzante per ravvivare il riccio. In alternativa potete scegliere di asciugare i capelli con il metodo del plopping per avere ricci perfetti senza il phon.

Capelli ricci in spiaggia? Come proteggerli prima e dopo

E come proteggeri i ricci in spiaggia? Per evitare che i capelli diventino troppo secchi a causa di sole, vento e salsedine, utilizzate uno spray protettivo per capelli: proprio come proteggete la pelle, dovrete fare lo stesso con la chioma. Potete poi applicare il balsamo senza risciacquo sui capelli umidi, prima di andare al mare, applicandolo di nuovo dopo ogni bagno. Non dimenticate poi di proteggere i capelli con un cappello o una bandana. Se invece avete dimenticato di proteggere la chioma in spiaggia, potete rimediare subito con un impacco calmante e nutriente a base di tè verde e olio di cocco: Versate 2 tazze di tè verde all'interno di uno spruzzino e applicate sui capelli, lasciando in posa per 10 minuti. Applicate poi l'olio di cocco su tutta la capigliatura, massaggiando delicatamente. Risciacquate con acqua tiepida e poi procedete con il normale shampoo.

Le acconciature da scegliere

In estate potete scegliere alcune acconciature semplici, e per ogni esigenza, per i vostri capelli ricci. Se volete tenerli semplicemente sciolti, allora vi basterà applicare un po' di spuma sui capelli asciutti, arrotolate le ciocche di dei bigodini di carta. Passateci sopra l'asiugacapelli per 2-3 minuti e poi lasciateli raffreddare. Una volta tolti i bigodini di carta, definite i ricci con le dita, senza spazzolarli. Se invece preferite le onde, spruzzate uno spray arricciante sui capelli umidi e pettinateli nello stile che più vi piace. Utilizzate delle mollette per fissarli all'altezza del mento. Asciugate con il diffusore e fateli raffreddare. Togliete poi le mollette e pettinate i capelli con delicatezza. Chi ama il raccolto potrà invece optare per una treccia, ma anche per uno chignon: un modo pratico e veloce che vi aiuterà anche a mantenere in ordine i vostri ricci in vista dello shampoo. Potete poi realizzare un'acconciatura semplicissima con il foulard, molto glamour: mettetelo come se fosse una fascia larga, lasciando liberi i ricci dietro. Per renderli più voluminosi, applicate un po' di lacca o di spuma sulle estremità.