Belén Rodriguez è una delle showgirl più amate e seguite del nostro paese e ogni sua apparizione pubblica riesce a fare scalpore. Dopo essere tornata dal viaggio in Uruguay, si è lanciata a capofitto nel lavoro e non ha potuto fare a meno di prendere parte alla Milano Fashion Week. Si è lasciata immortalare nel backstage della sfilate di Marcelo Burlon, evento a cui era presente anche l'ex marito Stefano De Martino.

Belén Rodriguez alla sfilata di Marcelo Burlon

Negli ultimi giorni si è tenuta a Milano la Fashion Week dedicata alla moda uomo che ha visto diverse Maison di fama internazionale presentare le collezioni per l'Autunno/Inverno 2019-20 e sono state molte le star che hanno assistito alle sfilate direttamente dalle prime file, dai Ferragnez con i look coordinati a Sfera Ebbasta in total white. Anche Belén Rodriguez non si è voluta perdere l'evento e, dopo essere tornata dall'Uruguay ed essere apparsa a "C'è posta per te", ha fatto visita all'amico Marcelo Burlon con un look rock e sexy fatto di minigonna, t-shirt bianca e stivali senza tacco. La cosa particolare è che mentre era nel backstage della sfilata si è lasciata immortalare mentre si scambiava delle effusioni con un uomo "misterioso". Tutti quelli che si sono chiesti chi fosse quell'uomo apparso in atteggiamenti intimi con la showgirl e che già prevedevano un nuovo flirt in arrivo, però, rimarranno delusi, la verità è che si trattava semplicemente dello stilista, che da anni è un amico stretto dell'argentina.

Allo stesso evento era presente anche l'ex marito Stefano De Martino, con il quale poco prima Belén e il designer si sono scattati una foto con dei grossi sorrisi stampati sulle labbra. Insomma, il loro sarebbe stato solo un gesto d'affetto. Burlon, intanto, dopo essere stato taggato dalla Rodriguez, è diventato uno dei personaggi più cliccati sui social: sarà stata una semplice trovata pubblicitaria?

Chi è Marcelo Burlon?

Marcelo Burlon è nato in Patagonia da genitori italo-libanesi e si è trasferito in Italia con la famiglia negli anni '90. E' andato a vivere nelle Marche, dove si è fatto conoscere come ragazzo immagine in alcune discoteche locali, lavoro che lo ha portato a diventare una sorta di "influencer", tanto che negli anni successivi si è trasferito a Milano. Nel capoluogo lombardo lavora alla porta dei Magazzini Generali, uno dei locali più celebri della movida notturna milanese, dove inventa l'iconica serata "Pink is punk", ma si diletta anche nei panni di deejay,  pr, comunicatore e organizzatore di eventi. Nel 2012, poi, dopo aver collaborato con Dolce&Gabbana e con Alessandro dell'Acqua, è arrivata la svolta: si è lanciato nel mondo della moda e dell'imprenditoria ideando l'azienda chiamata Country of Milan con due soci, Davide De Giglio e Claudio Antonioli. Da quel momento in poi, le t-shirt e gli abiti che produceva, caratterizzati da stampe vivaci e aggressive con serpenti e animali selvatici, sono diventati sempre più desiderati, tanto che nel 2015 ha presentato un'intera collezione uomo al Pitti Uomo. Negli ultimi anni è riuscito a calcare le passerelle della Milano Fashion Week e il suo nome è ormai diventato di fama internazionale.