E' in corso la Milano Fashion Week dedicata alla moda Uomo e sono moltissime le Maison che stanno presentando le loro collezioni per la stagione Autunno/Inverno 2019-20. Sabato sera è stato il turno di Versace, che ha attirato non poche star nel front-row, dai Ferragnez a Gilda Ambrosio, fino ad arrivare alla Dark Polo Gang. Tra gli ospiti più attesi c'era anche Sfera Ebbasta che, dopo essere stato travolto dalle polemiche a causa per l'indagine per istigazione alla droga, ha deciso di prendere parte allo show con un look total white.

Il look di Sfera Ebbasta alla sfilata Versace

Sabato sera, in occasione della Fashion Week dedicata alla moda Uomo, si è tenuta a Milano la sfilata della collezione Autunno/Inverno 2019-20 di Versace e sono state moltissime le star che non si sono volute perdere l'evento. Oltre ai Ferragnez, arrivati con un leggero ritardo allo show, nel front row c'era anche uno degli artisti più discussi del momento, Sfera Ebbasta, di recente accusato di istigazione alla droga. Il trapper è da sempre considerato un'icona di stile e ha più volte dimostrato di avere la passione per le griffe. Per la sfilata della nota Maison non poteva che puntare tutto su uno dei suoi look alla moda, sfoggiando un completo Versace total white con jeans larghi e con il cavallo basso, camicia bianca e giubbino abbinato con un enorme logo nero a vista. Per completare il tutto ha scelto delle sneakers azzurre con la suola bianca e gli immancabili occhiali da sole, questa volta con la montatura blu. Naturalmente, non ha potuto fare a meno del suo smartphone, documentando tutto sui social per i suoi followers.

Sfera Ebbasta è indagato per istigazione all'uso di droga

Sfera Ebbasta non sta vivendo un periodo particolarmente florido della sua carriera. Nonostante il successo, il suo nome  è tristemente legato alla tragedia della discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo, dove nella notte tra il 7 e l'8 dicembre 2018 hanno perso la vita 6 persone. Anche se non c'entra nulla con il dramma avvenuto, sono moltissimi quelli che hanno cominciato a cercare informazioni sul suo conto, scontrandosi con dei testi "forti". Il trapper, il cui vero nome è Gionata Boschetti, è stato indagato dalla procura di Pescara per istigazione all'uso di droga. A presentare un fascicolo a suo carico sarebbero stati i due senatori di Forza Italia Lucio Malan e Massimo Mallegni, che, dopo aver assistito allo show nella loro città, avrebbero portato all'attenzione i testi delle canzoni, denunciando i riferimenti all'uso e allo spaccio di sostanze stupefacenti. Sfera Ebbasta parla spesso di erba e di Purple Drunk (o sirup), ovvero la miscela di Sprite e sciroppo alla codeina, seguendo così il filone del genere musicale rap e trap, dove sono moltissimi gli artisti che non hanno paura di ammettere di farne regolarmente uso. Ora, però, ci si sofferma solo su Sfera, tanto che l'esposto probabilmente sarà presentato anche nelle altre città italiane dove il cantante si è esibito.