La London Fashion Week è partita lo scorso weekend e, oltre alle sfilate delle più grandi Maison internazionali, tra gli eventi più attesi della manifestazione c'era anche il Fashion for Relief, il gala benefico organizzato da Naomi Campbell che ogni anno riesce ad attirare l'attenzione di innumerevoli star. Tra gli ospiti di quest'anno c'era anche Alessandra Mastronardi che, reduce dal successo del Festival del Cinema di Venezia, ha deciso di lasciare gli abiti da sera a casa, tornando sul red carpet con indosso un elegantissimo smoking.

Il look di Alessandra Mastronardi al Fashion for Relief

Alessandra Mastronardi è stata la protagonista indiscussa dell'ultimo Festival del Cinema di Venezia, evento di cui era madrina, dove tra lunghi abiti da principessa e dettagli "dark" ha incantato tutti con la sua eleganza. Ieri sera è tornata sul red carpet ma con un look diverso dal solito. Per il Fashion for Relief ha infatti indossato uno smoking nero, caratterizzato da dei pantaloni classici a sigaretta e una giacca glitterata con il colletto in raso. Per completare il tutto ha scelto una camicia bianca, un papillon, una clutch bag nera decorata con delle pietre preziose e dei décolleté abbinati. Ha poi tenuto i capelli lisci con la riga laterale e ha esaltato lo sguardo con uno smokey eyes. L'outfit dal taglio maschile ha subito portato alla memoria il completo indossato a Venezia firmato Brioni, a dimostrazione del fatto che i tailleur sono un vero e proprio must-have di stagione. Ancora una volta Alessandra si è distinta per raffinatezza, dando prova di essere un'indiscussa icona di bellezza e di stile.

Cos'è il Fashion for Relief

Il Fashion for Relief è l'evento charity che viene organizzato ogni anno da Naomi Campbell durante la London Fashion Week. In questo 2019 è andato in scena all'interno del British Museum, dove la stessa Venere Nera ha sfilato con indosso abiti di grandi stilisti, da Alexander McQueen a Givenchy, fino ad arrivare a Gucci e Vivienne Westwood. L'intento è raccogliere fondi da devolvere a favore di Unicef e Mayor's Fund, fino ad oggi grazie al gala sono stati accumulati più di 15 milioni di dollari. La famosa modella ha fondato l'ente benefica chiama Fashion for Relief nel 2005, per la precisione da quando l'uragano Katrina ha devastato alcune città americane, da allora ogni anno raduna volti noti dello spettacolo per sostenere una nobile causa.