In tempi di crisi come quello attuale, è molto difficile trovare il lavoro dei propri sogni. I giovani sono costretti ad adattarsi e ad accettare ogni tipo di compromesso pur di raggiungere i loro obiettivi. Volontariato, tirocini e stage non retribuiti sono solo alcune delle cose che ci si ritrova a fare per “formarsi” ancor di più nel proprio campo. La strada verso il successo, si sa, è dura da percorrere e anche gli stilisti che oggi calcano le passerelle più famose al mondo con le loro creazioni lo sanno bene.

Il sito Hollywood Reporter ha raccontato gli inizi della carriera di personaggi come Alexander Wang, Jason Wu, Ashley Olsen. Oggi tutti li conoscono e li apprezzano per la loro incredibile creatività, ma in pochi sanno che anche loro hanno cominciato con degli stage in giornali di moda o in maison famose come Fendi o Ralph Lauren. A giudicare dal risultato, però, i periodi di formazione sono stati davvero fondamentali per raggiungere la notorietà. Chi ha visto il reality “The Hills” qualche anno fa sa bene che Lauren Conrad, ad esempio, è entrata nel mondo della moda come stagista per Teen Vogue e dopo quella esperienza è riuscita a creare un marchio tutto suo.

Alexander Wang ha festeggiato il decimo anniversario del suo brand dopo aver detto addio a Balenciaga, ma da giovane ha fatto esperienza nelle aziende di Marc Jacobs e di Derek Lam. Addirittura, anche Kanye West, da sempre appassionato di moda, ha tentato di fare carriera nel fashion system con uno stage per Fendi. Insomma, gli stage sembrano essere dei veri e propri incubatori dei talenti di oggi. Tutti devono partire dal gradino più basso della scala gerarchica aziendale se vogliono arrivare a grandi risultati, lo dimostrano anche le celebrità.