Rodrigo Alves è l’uomo brasiliano di 32 anni con l’ossessione di diventare identico a Ken. E’ proprio per raggiungere il suo obiettivo che si è sottoposto a innumerevoli interventi chirurgici fin dal 2004, dal ritocco agli zigomi fino ad arrivare al trapianto di capelli, cambiando completamente il suo aspetto. Di recente, però, qualcosa è andato storto ed ha rischiato di perdere la vita a causa di un’operazione al naso. La forte infezione gli stava provocando una necrosi, una condizione che non fa arrivare abbastanza sangue ad una determinata parte del corpo, e i medici non sapevano come fare per curarlo.

E’ stato sottoposto ad una terapia antibiotica e ogni otto ore deve fare delle flebo per evitare che la situazione degeneri. Nonostante la terribile esperienza, Rodrigo non rinuncia ancora alla chirurgia ed ha intenzione di spendere 50.000 sterline per avere un naso tutto nuovo. L’intervento durerà 10 ore, consisterà nella rimozione della cartilagine dal torace e nella ricostruzione totale del volto. “Non riesco a respirare attraverso il naso, è terribile. Spero di poter essere operato il prima possibile”, ha spiegato l’uomo che sogna di diventare come Ken.

Ad aiutarlo sarà il sistema sanitario britannico, visto che, essendosi trasferito a Londra da molti anni, paga le tasse in Inghilterra. La speranza di Rodrigo è che presto possa tornare in forma, così da finire ancora sotto il ferri per scelta e non per motivi di salute. La strada per diventare identico a Ken è ancora lunga e non ha alcuna intenzione di rinunciare al suo sogno, neppure dopo un'esperienza tanto terribile.

Non è l'unico che desidera diventare una vera e propria "bambola umana", sono moltissimi coloro che vogliono somigliare a tutti i costi ai noti giocattoli Mattel. Il caso più noto è quello di Valeria Lukyanova, che ha stravolto completamente il suo aspetto per arrivare ad essere identica a Barbie, fino ad arrivare a Celso Santebanes, morto a soli 20 anni dopo aver speso ben 38 mila euro pur di diventare il sosia di Ken. Insomma, sembra proprio che somigliare a dei personaggi iconici sia per molti una vera e propria ossessione, peccato solo che gli eccessivi interventi chirurgici mettano a serio rischio la propria salute.