Il conto alla rovescia per la prossima Milano Fashion Week è iniziato: la rassegna di Milano Moda Donna partirà il 23 febbraio per concludersi il 1 marzo. Ma già iniziano le prime defezioni: Versace ha annunciato che presenterà la sua collezione Autunno/Inverno 2021-22 il 5 marzo, quindi al di fuori del calendario ufficiale. Non solo: sarà la prima sfilata presentata in formato esclusivamente digitale, filmato a porte chiuse e e poi trasmesso al pubblico. La Maison guidata da Donatella Versace non aveva sfilato nemmeno durante la Fashion week maschile, che si è tenuta a gennaio.

la sfilata Versace Spring Summer 2021
in foto: la sfilata Versace Spring Summer 2021

Perché Versace non sfilerà alla Fashion Week

Il Covid ha cambiato tutte le regole della moda, cancellando la possibilità di sfilare con il pubblico. I designer allora hanno trovato strade diverse per presentare le loro collezioni, tramite video registrati in località insolite: Valentino per esempio è tornato a Roma, mentre Armani Privé ha scelto di sfilare nel suo atelier milanese. Una strada simile è quella percorsa ora da Versace: "La situazione attuale senza precedenti ha permesso a Versace di sperimentare differenti modi di presentare le sue collezioni – si legge in un comunicato della Maison – affrontando le sfide creative di oggi in modo dinamico e artistico". Sfilare senza pubblico pone sicuramente grandi problemi ai brand, ma ha anche dei vantaggi: "Uno di questi è la possibilità di connettersi con il pubblico quando pensi sia il momento più giusto".

I rapporti di Versace con Camera Moda

Tramite una nota del brand, Donatella Versace ci tiene a sottolineare che la sua decisione è stata presa solo per garantire una migliore visibilità del brand: "La moda è arte, e proprio per questo, alcune volte deve potersi esprimersi al di fuori di percorsi predefiniti per fiorire al meglio". Quindi sfilarsi dal calendario ufficiale non deve essere letto come una rottura con Camera Moda, l'associazione che organizza le fashion week: "Versace rimane un membro orgoglioso di Camera della Moda e che il brand sarà sempre uno dei principali esponenti e un grande sostenitore del sistema moda italiano".