Rifare il letto la mattina è la prima cosa che facciamo nel momento in cui ci alziamo. Secondo molti è un metodo per cominciare al meglio la giornata e per mettere ordine nella propria vita partendo da un gesto semplice. Allo stesso tempo, è anche una delle cose più noiose al mondo. In molti sono addirittura convinti che non faccia bene alla salute. Se fino ad oggi si credeva che fosse solo una scusa utilizzata dai più pigri per non stancarsi troppo al risveglio, ci si dovrà ricredere. Finalmente, è stato infatti scoperto che si tratta di una verità dimostrabile.

Secondo una ricerca condotta dal dottor Stephen Pretlove della Kingston University School of Architecture tra le lenzuola vivono in media 1,5 milioni di insetti microscopici chiamati acari che si nutrono di particelle di pelle umana e che proliferano in un ambiente caldo e umido. Questi ultimi possono causare allergie, tosse, irritazioni e dermatiti ed è dunque meglio tenerli a debita distanza. Il letto, con le sue coperte che assorbono il nostro sudore, è dunque terreno fertile per gli acari. Quando si rassetta subito dopo il risveglio, tra le lenzuola si intrappolano il calore del corpo, il sudore e le cellule della pelle,  e si dà così la possibilità agli acari di riprodursi con estrema facilità.

Per evitare che ciò accada, l’ideale sarebbe lasciare il letto disfatto, così da esporre le lenzuola all’aria, alla luce e al caldo secco. In questo modo, l'umidità viene eliminata, gli insetti microscopici si disidratano e non riescono a sopravvivere. Siete dei pigroni e rifare il letto ogni mattina vi rende stanchi? Non vi resta che spiegare a tutti che lasciandolo disfatto migliorate le vostre condizioni igieniche e non mettete a rischio la vostra salute.