Il raffreddore è causato da virus e si presenta principalmente con starnuti e naso chiuso. In questi casi è inutile però ricorrere agli antibiotici, che vanno assunti e prescritti dal medico solo in caso di complicazioni post raffreddore come le bronchiti: quando cioè i batteri attaccano le vie respiratorie già compromesse dai virus. Il comune raffreddore, invece, non è niente di grave e guarisce in pochi giorni, ma esistono dei rimedi naturali e della nonna che possono aiutarvi a sopportarne al meglio i sintomi, velocizzando la guarigione. Scopriamo allora quali sono i rimedi per il raffreddore più efficaci e come utilizzarli.

Freddo e sbalzi di temperatura le principali cause del raffreddore

A causare il raffreddore sono principalmente il freddo e gli sbalzi di temperatura, passando da un luogo aperto a uno chiuso. In questi casi è facile infatti incorrere in uno dei tanti virus del raffreddore come il Rhinovirus e il Coronavirus. Di solito il raffreddore guarisce dopo che il virus ha fatto il suo corso e può durare dai due ai sette giorni. I sintomi più frequenti sono naso chiuso o che cola, mal di testa, brividi e dolore alle articolazioni. In questi casi possiamo ricorrere però a rimedi naturali che ci aiutano ad alleviare i sintomi oltre a rinforzare il sistema immunitario, cosa che non avviene con i normali analgesici e antipiretici chimici.

Raffreddore: tutti i rimedi naturali più efficaci per curarlo

I rimedi naturali e della nonna sono quindi la soluzione ideale in caso di raffreddore: sono semplici da assumere e ci aiutano a combatterne i sintomi in modo efficace. Ecco quali sono.

Rimedi della nonna

I rimedi della nonna sono quelli che possiamo realizzare con ingredienti che abbiamo in casa: sono facili da preparare e sempre efficaci.

Aglio e limone: uno dei primi rimedi casalinghi contro il raffreddore è l'aglio: prendete uno spicchio e tritatelo e mescolatelo al succo di limone. Aggiungete poi un cucchiaino di miele e un po' di acqua calda. Bevete questo infuso fino a 3 volte al giorno fino alla scomparsa dei sintomi.

Gargarismi con salvia e sale: contro il raffreddore sono ottimi i gargarismi con la salvia: per la preparazione vi occorre una tazza di aceto di mele, 4 cucchiai di salvia essiccata, un cucchiaino di sale e una tazza di acqua. Preparate prima un infuso di salvia facendo bollire l'acqua, poi lasciate raffreddare e mescolate all'infuso di aceto di mele. Fate dei gargarismi per 3 volte al giorno.

Brodo di pollo: il brodo di pollo aiuta a decongestionare le vie nasali, liberandole più facilmente dal muco. Inoltre, la cisteina contenuta nel pollo, riesce a combattere le infezioni che possono colpire le vie respiratorie. Un vero e proprio toccasana da consumare quando si è raffreddati. Non dimenticate poi di consumare i cibi giusti per combattere raffreddore e influenza come patate e carote, da aggiungere alla preparazione del brodo o come contorno. Tra i frutti preferite gli agrumi, ricchi di vitamina C e inserite nella dieta alimenti come il ginseng, che rinforza le difese immunitarie.

Suffumigi: parliamo di uno dei rimedi della nonna più conosciuti, utile soprattutto in caso di naso chiuso. Gli oli essenziali consigliati sono quello di eucalipto e l'olio di tea tree ideali per liberare le vie respiratorie: scegliete quello che preferite e aggiungetene da 5 a 10 gocce in acqua bollente. Posizionate l'asciugamano sulla testa e respiratene i vapori benefici.

Rimedi naturali e fitoterapici

Scopriamo ora quali sono i principali e più efficaci rimedi naturale i fitoterapici per alleviare i sintomi del raffreddore e vi aiuteranno a guarire prima del solito.

Zenzero: lo zenzero può essere utilizzato sotto forma di tè, tisane o fresco. Contiene gingerolo, un antinfiammatorio naturale che contribuisce a rendere lo zenzero adatto alla cura di raffreddore e influenza. La tisana allo zenzero aiuta a fluidificare i muchi: per prepararla grattugiate la radice di zenzero fresca senza buccia (6 cucchiai), mettetela in un pentolino e fate bollire (in alternativa potete inserire nell'acqua bollente direttamente le fettine). Lasciate in infusione 5 minuti, filtrate e bevete anche due volte al giorno. L'assunzione è sconsigliata a chi soffre di ipertensione o problemi cardiaci. Per curare il raffreddore potete anche ricorrere a zenzero e limone   vi basterà aggiungere alla tisana alcune gocce di limone e un pizzico di cannella in polvere.

Stecche di cannella: la cannella utilizzata insieme al miele è un ottimo rimedio utilizzato anche dalla medicina ayurvedica contro raffreddore, influenza e mal di gola. Svolge un'azione antibatterica ed emolliente rivelandosi un cura efficace contro le affezioni virali. Preparare una tisana grattugiando le stecche di cannella in acqua, fate bollire per dieci minuti e poi aggiungete miele e un pizzico di pepe, utile contro i batteri.

Echinacea: l'echinacea è un ottimo rimedio fitoterapico, la potete acquistare in erboristeria: stimola il sistema immunitario e libera le vie respiratorie. Se volete utilizzarla come preventivo la dose consigliata è di 30 gocce di tintura madre al giorno. Se invece decidete di assumerla quando il raffreddore è in corso allora bisognerà assumerne 4 ml per 3 volte al giorno. In caso si acquistassero le compresse, che contengono anche vitamina C naturale (acerola),  la dose è di 2 al giorno.

Salice: la corteccia del salice contiene acido acetilsalicilico naturale, ha quindi gli stessi effetti della comune aspirina. Aiuta a liberare il naso chiuso ma anche a combattere dolori articolari e mal di testa, oltre a svolgere anche un'azione antipiretica. Potete acquistarlo in erboristeria sotto forma di compresse effervescenti da assumere due volte al giorno. L'assunzione di questo rimedio è però sconsigliata a chi soffre di disturbi gastrici, orticaria e alle donne in gravidanza o allattamento.

Spirea Ulmaria: un altro rimedio fitotarapico per il raffreddore è la Spirea Ulmaria, che fa parte della famiglia dei salicilati, come il salice, è ottima quindi anche contro dolori articolari, mal di testa e per abbassare la febbre. Si acquista sempre in erboristeria e, a differenza del salice, non provoca fastidi allo stomaco, anzi funziona anche come antiacido. È però controindicata a chi è allergico all'aspirina. Nei bambini, invece, se utilizzato nelle giuste dosi, aiuta anche ad alleviare i sintomi della varicella.

Rosa canina: contro il raffreddore sono ottimi tutti i frutti e i rimedi fitoterapici che contengono una grande quantità di vitamina C che rinforza le difese immunitarie accelerando la guarigione da raffreddore e stati febbrili. La rosa canina contiene vitamina C e può essere assunta sotto forma di tisana fino a 3 volte al giorno.

Consigli utili in caso di raffreddore

Per guarire presto dal raffreddore, oltre ai rimedi naturali, ci sono dei piccoli accorgimenti da mettere in atto. Ecco quali:

  • Non utilizzate fazzoletti di stoffa, ma preferite quelli di carta cambiandoli però ogni volta che soffiate il naso;
  • soffiate spesso il naso: meno il muco resta nelle narici e più veloce sarà la guarigione. Questo consiglio si rivela molto utile anche per curare il raffreddore dei bambini e dei neonati, anche con l'aiuto di lavaggi nasali;
  • lavate spesso le mani;
  • areate la casa durante il giorno così da non consentire ai batteri di proliferare;
  • bevete molta acqua: aiuterà a fluidificare il muco facilitandone l'espulsione.