Se hai comprato un rossetto perfetto per la stagione autunnale, hai trovato il mascara ideale per le tue ciglia e sei riuscita finalmente a fare tuo lo smalto che desideravi da tempo. Per prolungare la durata dei tuoi cosmetici preferiti è necessario però prendersene cura nel modo corretto: temperature, luce eccessiva, calore, umidità possono essere fattori che rovinano i tuoi cosmetici; per questo motivo alcuni prodotti andrebbero conservati… in frigo!

Hai capito bene: alcuni prodotti cosmetici di uso comune andrebbero conservati in frigorifero per preservare i loro benefici e mantenere la loro consistenza, come consiglia il Reader's Digest. Nella maggior parte dei casi il beauty case, le creme e i profumi vengono sistemati in bagno, vicino a fonti di calore dirette come i termosifoni o vicini a zone umide come la doccia o la lavatrice. Il calore e l'umidità sono due fattori da tenere in considerazione se non si vuole buttare il cosmetico prima del previsto. A causa della temperatura elevata o umida i prodotti cremosi potrebbero cambiare consistenza e diventare più liquidi, i profumi potrebbero variare la loro fragranza e i componetni dei prodotti liquidi separarsi all'interno della loro confezione. Se pensavi che bastasse guardare le date di scadenza dei cosmetici per prendertene cura, è arrivato il momento di rivoluzionare la tua beauty routine. Ma quali sono i prodotti che andrebbero conservati in frigorifero? Ecco i 10 cosmetici da riporre al fresco:

  1. Contorno occhi: riponendo in frigorifero la crema contorno occhi non solo ne si aumenta la durata, ma si ottiene anche un effetto benefico per il viso. Applicando la crema fredda infatti, si stimola la circolazione: una mgliore circolazione del sangue permette anche di ridurre gonfiori e segni di occhiaie.
  2. Crema solare: dopo la stagione estiva è bene riporre in frigorifero le creme solari. Le basse temperature preservano il fattore SPF permettendovi di riutilizzarle la prossima estate, a patto che non abbiano cambiato consistenza e profumo.
  3. Tonico: la temperatura del frigorifero aiuta a preservare gli effetti benefici anche dei tonici viso da utilizzare dopo esserti struccata. Inoltre, applicarlo freddo sul viso può aiutare a combattere gonfiori e rendere più tonica e compatta la pelle.
  4. Cosmetici naturali: se sei un'amante del fai da te e ami sperimentare con creme, maschere e lozioni create con ingredienti organici e naturali dovrai assicurarti di riporli in frigorifero e di utilizzarli nel più breve tempo possibile. I componenti naturali come frutta e verdura, a differenza dei cosmetici prodotti in laboratorio, non contengono conservanti e si deteriorano più velocemente.
  5. Aloe vera: è uno dei rimedi naturali più efficaci e può essere utilizzata per tantissimi scopi. L'aloe vera però va riposta in frigorifero: in caso di scottature per esempio, risulta essere molto più efficace se viene applicata fredda che non a temperatura ambiente.
  6. Rossetto: i rossetti cremosi con le alte temperature e l'umidità potrebbero cambiare la loro consistenza. Inoltre, contenendo oli naturali e cere potrebbero decomporsi più facilmente. Riporre il rossetto in frigo ti permetterà di evitare sbavature e di poterlo utilizzare più a lungo.
  7. Mascara: essendo un prodotto liquido si secca più facilmente ed è facile che proliferino i batteri al suo interno, rischiando così irritazioni agli occhi. Riponendo il mascara in frigorifero invece, si aumenta la sua durata.
  8. Spray fissanti: se utilizzi degli spray fissanti per far durare più a lungo il trucco, è ideale tenerli in frigo. Durante la stagione calda possono essere un valido alleato anche per rinfrescare il viso, mentre durante l'inverno  può aiutare a lenire la pelle irritata e secca.
  9. Profumo: luce eccessiva e alte temperature possono rivelarsi nemici per il tuo profumo. Questi due fattori infatti possono causare cambiamenti chimici all'interno della fragranza, cambiando così la profumazione. Riponilo in un angolo scuro del frigo.
  10. Smalto: i fattori nemici dei profumi possono rivelarsi dannosi anche per gli smalti. Calore e luce infatti sono in grado di cambiare la composizione dello smalto rendendolo più cremoso e difficile da stendere, ma possono variare anche la colorazione.