C’è chi lo fa quotidianamente e chi invece per pudore non lo ammetterebbe mai, ma è stato ampiamente dimostrato che la masturbazione fa bene alla salute. E’ proprio per questo che ogni anno nel mese di maggio si celebra questa particolare attività. L’idea è nata a San Francisco nel 1995 grazie ai proprietari del sexy shop chiamato “Good Vibrations”. L’iniziativa è tutt’altro che superficiale.

E’ nata infatti come un semplice evento di protesta, dopo che Bill Clinton aveva deciso di licenziare il dirigente del dipartimento della salute Joycelyn Elders perché aveva “osato dire” che la masturbazione doveva essere insegnata nelle scuole insieme all’educazione sessuale. Da allora ogni anno in tutto il mondo viene festeggiato il “mese della masturbazione”. Il Centro di Sesso e Cultura di S. Francisco ogni anno propone addirittura il Masturbate-a-thon, cioè delle vere e proprie gare di autoerotismo, dove i partecipanti si sfidavano per designare il più veloce, il più abbondante o quello con il “lancio” maggiore.

L’obiettivo dell’iniziativa è molto nobile. Attraverso diversi eventi si intende non solo raccogliere fondi per il Centro di Sesso e Cultura, ma anche diffondere l’idea secondo cui l’amore per la masturbazione è semplicemente amore per noi stessi. La masturbazione è sana e piacevole, aiuta il flusso sanguigno, le funzioni genitali, rilassa e può anche prevenire i problemi alla prostata. Inoltre, è alla portata di chiunque ed è proprio per questo che dovrebbe essere esaltata come una parte fondamentale della nostra sessualità e non denigrata e nascosta.