Chi ama il mondo della moda, tra riviste, passerelle e brand dal valore internazionale, lo sa bene: per avere successo in questo settore molto competitivo la meta da raggiungere è Milano. La città della Madonnina è infatti da tempo considerata una delle capitali mondiali del fashion, al pari di Londra, New York e Parigi. È qui che nascono le tendenze legate all’abbigliamento e al design, che si organizzano le sfilate più trendy e che si riesce a respirare aria di novità, innovazione e creatività. Insomma, una tappa obbligata se si desidera lavorare in questo comparto. Ecco, allora, tutti i motivi per cui Milano è tra le città più importanti della moda in tutto il Pianeta.

Qui ci sono i migliori centri di formazione per lavorare nel settore 

Senza la giusta formazione non si va molto lontano. Ciò è vero anche per il settore della moda, dove bisogna studiare per trovare spazio. In questo modo si può imparare a coniugare da un lato la lunga tradizione italiana di tessuti e tecniche di confezionamento di abiti e collezioni, e dall’altro le tecniche innovative che allineano il settore alle ultime innovazioni. E a Milano ci sono i migliori istituti di tutta Italia. Un esempio? L’Accademia della Moda è tra i pochi poli didattici a livello nazionale ad essere riconosciuti dal Miur per quanto riguarda la formazione in questo comparto in continua espansione.

Occupazione e affari: questione di economia

Se Milano è considerata una delle capitali mondiali della moda è anche e soprattutto dovuto ai numeri, che non mentono mai. Secondo recenti dati elaborati dalla Camera di Commercio, la Lombardia, tra tutte le regioni italiane, ha un giro di affari in questo settore di circa 34 miliardi di euro, dei quali ben 18 si fanno a proprio a Milano. Senza sottovalutare il fatto che in città sono impiegate ben 80mila persone nel mondo del fashion, un piccolo esercito che non esiste in nessun altro centro del Bel Paese, il che la rende viva, poliedrica e sempre in movimento.

Eventi e Quadrilatero della Moda: riflettori puntati tutto l’anno

A Milano i riflettori sul mondo della moda sono accesi tutto l’anno, e non soltanto durante la settimana internazionale che, tra settembre e ottobre, vede sfilare sulle passerelle cittadine gli stilisti e le collezioni più influenti a livello globale. Qui, infatti, c’è il famoso Quadrilatero della Moda, il quartiere cittadino, in cui si concentrano gioiellerie, boutique, atelier e showroom di abbigliamento, design e arredamento, che viene preso d’assalto da curiosi e turisti. Tutti i giorni tra via Monte Napoleone, via Manzoni, via della Spiga e corso Venezia, si organizzano eventi dedicati ai fashion addicted, dove le nuove tendenze si mescolano a un certo sapore vintage.

È sede della Camera Nazionale della Moda italiana

Ciò che rende Milano una città autorevole sul piano internazionale nel settore moda è anche la presenza della Camera Nazionale della Moda Italiana. Si tratta di una associazione senza fini di lucro che si occupa della coordinazione, della promozione e dello sviluppo del settore del fashion in Italia, un vero e proprio punto di riferimento per tutto il comparto. Non solo. Si fa anche promotrice dei brand locali all’estero, contribuendo alla diffusione globale dei valori e dei punti di forza del Made in Italy, come la cura per i dettagli, la ricercatezza dei materiali e l’eccellenza della produzione artigianale, che da sempre sono il fiore all’occhiello dell’industria nostrana.