Se c'è una cosa che questa quarantena sta insegnando a molti di noi è l'abilità manuale, tra chi si sta riscoprendo cuoco provetto, chi ha imparato a usare frese e tronchesine e chi ha  deciso di impugnare non senza coraggio pettine e forbici, trasformandosi in hair stylist. Del resto, si è reso sempre più necessario con l'emergenza Coronavirus e la chiusura di parrucchieri ed estetiste, che si protrarrà ancora per molto. Dopo il taglio social condiviso sul profilo Instagram di Paola Barale, anche Paola Di Benedetto, reduce dalla vittoria al Grande Fratello Vip, ha deciso di mettersi alla prova, pubblicando il video del suo esperimento e il risultato finale sorprendente.

Il taglio social di Paola Di Benedetto

Dopo ben quattro mesi senza parrucchiere, tra l'esperienza nella casa di Cinecittà e il lockdown imposto, la ex madre natura di Ciao Darwin non ha più potuto aspettare e ha voluto dare una sistemata alla sua lunga e folta chioma. Sotto lo sguardo vigile e attento del suo fidato hair stylist Pietro Nico, ha realizzato un taglio scalato ben riuscito, degno di un professionista del mestiere. Prima ha legato i capelli in una coda di cavallo, realizzando un torchon e tagliandone le punte, poi li ha suddivisi ulteriormente e, prendendo come punto di riferimento il naso e le orecchie, è passata a sfoltire e ad accorciare le ciocche laterali del ciuffo.

Il risultato finale che ha fatto impazzire i suoi followers

Senza esitare neanche un attimo, ma con precisione e una buona dose di coraggio, Paola Di Benedetto ha poi concluso il suo taglio portando in avanti i capelli, precedentemente legati di nuovo in una coda di cavallo, e ha sfoltito le punte. Il risultato finale, sorprendente per chi come lei è alle prime armi, ha fatto letteralmente impazzire i suoi followers, dal  «Che coraggio! Grande» di Natasha Stefanenko, al «Sei un mito» di Michela Coppa. Del resto, come lei stessa ha precisato, ha deciso di pubblicare il video per offrire un supporto a tutte coloro che, in questa quarantena, sentono l'esigenza di dare ordine alla loro chioma, diventata ormai ingestibile, ma sopratutto che non hanno paura di impugnare un paio di forbici.