Sembrerebbe che il piano per portare in salvo Sua Maestà la regina Elisabetta II sia stato cambiato. La sovrana, dopo aver trascorso il weekend nel castello di Windsor in compagnia del marito, che lì dimora già da qualche mese, avrebbe fatto ritorno a Buckingham Palace. Negli ultimi giorni collaboratori e staff stavano monitorando la situazione e alcuni provvedimenti erano stati già presi a Palazzo. La regina ad esempio aveva iniziato a indossare i guanti anche tra i corridoi della sua dimora e soprattutto durante le udienze. Quando la regina è partita per il Berkshire per raggiungere il marito, si pensava che fosse stato messo in atto il piano di allontanamento per mettere al sicuro Sua Maestà.

La regina resta a Londra

Considerando l'aumento di casi di Coronavirus anche in Inghilterra, a preoccupare è l'eta avanzata della Regina che a breve compirà 94 anni e del consorte che di anni ne ha 99. Elisabetta, però, non ha voluto abbandonare la sua città e il suo popolo, ma ha preferito fare ritorno a Londra e continuare a lavorare. Le famose scatole rosse contenti carte e documenti da firmare, continuano infatti ad arrivare sulla scrivania di Sua Maestà, che ha voluto seguire l'esempio del padre re Giorgio quando, durante la Seconda Guerra Mondiale, aveva scelto di restare in città insieme a tutta la sua famiglia.

Gli impegni reali rimandati

Probabilmente Sua Maestà anticiperà di una settimana le vacanze di Pasqua, tornando già a fine mese nel castello di Windsor. Intanto le misure di sicurezza si fanno più severe per tutti i reali, costretti anche loro a uscire il meno possibile. Il viaggio tra Bosnia, Giordania e Cipro che avrebbe impegnato per dieci giorni Carlo e Camilla è stato rimandato e dal calendario sono stati cancellati anche i festeggiamenti per il 17 marzo, giorno dedicato a San Patrizio, patrono dell'Irlanda. Potrebbe essere spostato persino il matrimonio tra la principessa Beatrice di York e l'imprenditore Edoardo Mapelli Mozzi, in calendario per il 29 maggio.