Solo qualche giorno fa aveva fatto molto discutere la campagna pubblicitaria di una  proteina dimagrante, sponsorizzata dalla modella australiana Renee Somerfield. L’immagine del suo corpo scolpito e tonico era accompagnato dalla didascalia “Sei pronta per la prova costume?” e la cosa ha fatto indignare il web. Il motivo? Incita a dimagrire, come se quest’anno in riva al mare si dovranno vedere corpi “skinny”.

A ribellarsi a questo controverso manifesto pubblicitario è anche Ashely Graham, una tra le modelle curvy più amate al mondo, divenuta famosa negli ultimi tempi grazie allo spot per Sport Ilustrated Swimsuit. Ashley ha pubblicato una foto su Instagram, dove, accanto all’hashtag #curvesinbikinis, si mostra in costume su uno sfondo giallo, proprio come Renee Somerfield. Nella didascalia ha poi scritto: "Non c'è alcun motivo per nascondere le curve e ci sono tutte le ragioni per mostrarle". La foto ha raccolto circa 11mila mi piace e centinaia commenti positivi, come"Sono contenta che finalmente qualcuno abbia dimostrato alle donne che la bellezza può manifestarsi in ogni forma e in ogni taglia". La sua si va dunque ad unire alle altre centinaia immagini di protesta pubblicate sui social.

“Sei pronta per la prova costume?” è stato considerato un messaggio sessista poiché promuoverebbe la mercificazione del corpo femminile. E’ proprio per questo che in moltissimi hanno chiesto la rimozione di tutti i cartelloni pubblicitari. La famosa modella plus size Ashley Graham si è sempre battuta contro la discriminazione dei corpi formosi. Di recente aveva infatti partecipato anche alla campagna "I'm No Angel", che voleva essere una provocazione a Victoria’s Secret e ai suoi angeli troppo magri. Anche questa volta ha dimostrato di essere sempre in prima linea quando si tratta di difendere l’orgoglio curvy.

There's no reason to hide and every reason to flaunt!! #curvesinbikinis

A post shared by A S H L E Y G R A H A M (@ashleygraham) on