Il marchio di abbigliamento Lane Bryant è noto per gli abiti prodotti per le donne plus-size. Di recente, ha deciso di lanciare una linea di lingerie sexy e la campagna pubblicitaria, chiamata “Non sono un angelo”, vuole fare ironia a Victoria’s Secret. L’obiettivo è quello di dimostrare che tutte le donne sono sexy a prescindere dalla loro taglia e dall’ideale di bellezza che ci viene trasmesso dai media.

Linda Heasley, direttrice di Lane Bryant, ha infatti dichiarato: “'La nostra campagna #ImNoAngel è progettata per dare forza a tutte le donne e per spingerle ad amare ogni parte di loro stesse”. Ashley Graham, Marquita Pring, Candice Huffine, Victoria Lee, Justine Legault e Elly Mayday sono state fotografate da Cass Bird ed hanno mostrato con orgoglio i loro corpi curvy mentre indossano i capi sensuali di biancheria intima. L'hashtag #I'mNoAngel vuole diventare un modo per celebrare le donne di tutte le dimensioni e per fare ironia sui noti “angeli” di Victoria ‘s Secret.

Solo pochi mesi fa il brand aveva lanciato con innumerevoli polemiche del web la campagna pubblicitaria “The Perfect Body” con delle modelle magrissime in copertina. Lane Bryant vuole ribellarsi materialmente a tutto questo ed ha deciso di mostrare delle donne reali in cui il pubblico femminile può rivedersi ed identificarsi. Inoltre, chiede a tutte le utenti del web di sostenere questa causa postando sui social un selfie allo specchio con su scritto #I'mNoAngel. In questo modo si spera che possa partire una rivoluzione significativa per ridefinire il concetto di sensualità e di bellezza.