357 CONDIVISIONI
19 Gennaio 2015
22:29

Milano Fashion Week 2015: le migliori sfilate del terzo giorno (VIDEO)

Nel terzo giorno di Milano Moda Uomo hanno presentato le proprie creazioni maschili per l’Autunno/Inverno 2015-16 grandi maison come ETRO, Canali, MSGM, Diesel Black Gold e Antonio Marras. Ecco le migliori sfilate del day 3 della Milano Fashion Week.
A cura di Marco Casola
357 CONDIVISIONI

Nel terzo giorno della Milano Fashion Week hanno sfilato le collezioni uomo di grandi brand come Etro, MSGM, Canali, Diesel Black Gold e Antonio Marras. Diversi stilisti scelgono di rivolgere lo sguardo verso il passato per riscoprire l'eleganza di ieri e trasportarla nel presente con una nuova veste, moderna e contemporanea. A dominare è anche l'ispirazione military e il legame con la terra e la natura. C'e chi riscopre lo stile dandy anni '70, chi porta in passerella l'eleganza ricercata dell'uomo anni '50, chi dipinge le proprie creazioni con intensi colori e affascinanti stampe ispirate alla natura e chi riprende dettagli e forme del guardaroba militare.

Il military rock di Diesel Black Gold

Sulla passerella Autunno/Inverno 2015-16 di Diesel Black Gold sfila un uomo dallo stile military rock, un uomo cool e di tendenza che ama indossare capi dai colori scuri e dalle linee slim. Il guardaroba del rocker di Diesel Black Gold è composto da cappotti e giacche decorate con stemmi d'ispirazione militare, chiodi in panno e pelle ricoperti di borchie che danno luce ai tessuti scuri e jeans slim in denim used o ricoperti di zip e tasconi.

Nella nuova collection il marchio cita sé stesso restando ben legato al proprio stile, le linee però appaiono più pulite, il classico guardaroba fatto di chiodi in pelle e pantaloni aderenti si arricchisce con giacche sartoriali, cappotti dai grossi revers e capispalla in montone.

L'uomo cosmopolita di Antonio Marras

Con la collezione maschile Autunno/Inverno 2015-16 Antonio Marras narra la storia uno straniero, forse un artista giovane e ingenuo che vola oltreoceano, a New York, per scoprire un nuovo mondo. Qui adotta un stile inedito, cosmopolita e moderno, ma porta con sé un pezzettino del suo vecchio guardaroba di cui fanno parte abiti sartoriali e capi dalle stampe retrò.

L'uomo di Marras indossa grossi colbacchi in pelliccia, sciarpe a stampa e giacconi caldi per affrontare il rigido freddo invernale, sceglie giacche con dettagli matelassé e capispalla decorati con una sorta di patchwork camouflage perchè è una guerra metropolitana quella che combatte ongi giorno. E' un uomo classico e moderno, si sente a suo agio con completi vinaccio abbinati a dolcevita dal sapore anni '70 ma vaga in una giungla d'asfalto metropolitana con maxi shirt a stampa.

L'illusione autunnale di Etro

La collezione Autunno/Inverno 2015-16 di Etro appare in passerella nel terzo giorno di Milano Moda Uomo come un piccolo grande tesoro fatto di tessuti pregiati ricoperti da quelle che sembrano eleganti stampe che in realtà sono splendidi disegni fatti a mano. Animali esotici e storici palazzi italiani ispirano Kean Etro, il quale crea per l'uomo un favoloso "mondo di illusioni", una sorta di Wunderkammer in cui sono ben disposti abiti ed accessori dipinti con i colori caldi della terra o con affascinanti stampe check. Dettagli military spuntano nella collection in cui, oltre agli ampi cappotti dal taglio classico, fanno la loro comparsa giacche con tasconi frontali.

Il classico paisley, simbolo di Etro, c'è ma è ammorbidito, appare quasi nascosto nelle trame del tessuto, sfumato sotto una coltre di colore scuro, è solo accennato, lasciato sui capi come una sorta di firma. Ancora una volta la maison Etro porta avanti la tradizione di uno stile storico e immortale  unendo aggiungendo quel tocco in più che crea un perfetto mood contemporaneo.

Stelle e robot sulla passerella di MSGM

Per l'Autunno/Inverno 2015-16 lo stilista di MSGM, Massimo Giorgetti, crea una collezione fatta di contrasti in cui gli opposti si scontrano per ammalgamarsi tra loro. L'uomo di MSGM quando sceglie il proprio stile si ispira ai rockabilly degli anni '50 ma anche ai dandy anni '70 vestiti con gessati e completi in velluto, indossa cappotti e giacche dalle linee pulite decorate, però, con toppe e applicazioni originali.

Giorgetti decora gli abiti con flash, navicelle spaziali e grosse stelle, usa un linguaggio "robotico", a tratti futuristico, che però è strettamente legato al passato. Lo stile di MSGM sembra evolversi, sembra crescere con il suo pubblico: le stampe sono ancora presenti, così come le applicazioni dal sapore pop sui capi invernali, l'aria che però si respira è un'aria nuova. Giorgetti riesce a dar vita alla propria idea di moda senza ripetersi, dimostra di sapersi evolvere senza restare incatenato a sé stesso.

Canali: l'eleganza del passato rivive nel presente

Per disegnare la collezione Autunno/Inverno 2014-15 di Canali, lo stilista Andrea Pompilio si rivolge al passato e guarda alla Milano degli anni '50: "Ho immaginato un uomo estremamente elegante – racconta il designer – che cammina per le strade della metropoili mentre, intorno a lui, prendono vita insegne al neon che illuminano i dettagli del suo look".

Sulla passerella di Canali va in scena l'unione di un raffinato uomo del passato che si incontra e si scontra con la sua controparte moderna. Succede dunque che l'abito sartoriale diventa contemporaneo, il cappotto in lana assume una forma del tutto innovativa e la giacca doppiopetto diventa la tela su cui dipingere affascinanti linee che si incontrano simbolegiando l'unione tra passato e presente.

357 CONDIVISIONI
Milano Fashion Week 2015: le migliori sfilate del primo giorno (VIDEO)
Milano Fashion Week 2015: le migliori sfilate del primo giorno (VIDEO)
Milano Fashion Week: le migliori sfilate del primo giorno (VIDEO)
Milano Fashion Week: le migliori sfilate del primo giorno (VIDEO)
Milano Fashion Week: le sfilate del terzo giorno
Milano Fashion Week: le sfilate del terzo giorno
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni