Nel primo giorno di Milano Moda Uomo un vento di novità e positività ha soffiato sulle passerelle maschili Autunno/Inverno 2015-16. La nebbiosa crisi pian piano si dirada lasciando il passo ad un ottimismo consapevole e moderato. Le sfilate del secondo giorno confermano la volontà di cambiamento e la spinta positiva verso un futuro roseo in cui è la nuova eleganza a regnare sovrana.

Le migliori sfilate del secondo giorno di Milano Moda Uomo 2015

N°21, John Richmond, Bottega Veneta, Salvatore Ferragamo, Missoni, Daks e Prada sono i grandi nomi che hanno presentato oggi le proprie collezioni uomo per il prossimo Autunno/Inverno 2015. A giudicare dagli abiti che hanno sfilato nel day 2 della Milano Fashion Week l'uomo sembra voler tagliare i ponti con le difficoltà del passato, sposa una nuova visione e cammina sicuro verso un futuro più disteso. Porta però con sé il buono di quel passato che cerca di oltrepassare, porta con sé l'eleganza, i dettagli più raffinati e reinterpreta il classicismo in una luce nuova e più moderna.

N°21: la sporty couture di Alessandro Dell'Acqua

Nel secondo giorno della Milano Fashion Week Alessandro Dell'Acqua ha presentato la collezione uomo Autunno/Inverno 2015-16 del suo brand N°21. Lo stilista partenopeo porta sulle passerelle milanesi capi in cui eleganza e sporty mood si mescolano indissolubilmente per dar vita ad uno stile del tutto inedito. "Ho voluto unire lo sportswear con un'eleganza rilassata – afferma lo stilista – Nella mia collezione ho inserito tanta maglieria mescolata con materiali molto eleganti e tessuti come il mohair mixato con il broccato".

I capi sportivi vestono dunque un uomo che ama il comfort ma non vuole rinunciare all'eleganza, un uomo essenziale che indossa abiti dalle linee pulite ma si concede piccoli vezzi, spezzando i completi basic con broccati o con capi dal colore più intenso.

John Richmond: l'eleganza è la vera ribellione

Nella nuova collezione Autunno/Inverno 2015-16 di John Richmond l'abito sartoriale è il vero protagonista. L'uomo nuovo dello stilista è cresciuto ed ha lasciato nell'armadio i chiodi da ribelle e gli acessori borchiati per indossare eleganti abiti sartoriali. La sua anima rock però non è completamente sparita: quando ne ha voglia indossa completi in total red e capispalla con decori vistosi sulla parte posteriore.

Le leather jacket, poi, continuano a far parte del suo guardaroba ma sono meno aggressive rispetto al passato, eleganti intrecci nella pelle hanno sostituito le borchie lucenti. L'uomo nuovo di John Richmond sceglie dunque un abito classico ma modernizza il look con i colori, con le stampe e con linee slim. E' un ribelle che veste con completi sartoriali perchè il vero ribelle è colui che sposa l'eleganza, la nuova eleganza.

Un bosco da favola sulla passerella di Salvatore Ferragamo

Per l'Autunno/Inverno 2015-15  lo stilista di Salvatore Ferragamo, Massimiliano Giornetti, disegna una splendida collezione attraverso la quale racconta la favola di un uomo forte ed elegante. Il nuovo uomo di Salvatore Ferragamo si muove sicuro in un bosco che sembra uscito da un fiaba. E' un uomo che cerca, che desidera, un legame più forte con la natura, l'amore per ciò che lo circonda si sente forte negli abiti che indossa, abiti dai volumi imponenti dipinti con i colori caldi della terra o con "nuances notturne", decorati con disegni quasi surreali che richiamo le forme e le caratteristiche di affascinanti animali.

Anche in questa collezione si sente forte il desiderio di dar vita a una nuova eleganza, più contemporanea. Giornetti veste il suo uomo con eleganti completi sartoriali indossati sotto cappotti over dalle linee morbide, crea pullover, maglie e giacche attraversate da affascinanti motivi geometrici cuciti nella lana e nel tessuto, disegna uno "stile materico" fatto di maxi bag dai dettagli in cocco e grosse sciarpe avvolgenti, fiore all'occhiello del nuovo uomo che non rinuncia all'eleganza, mai, neanche quando abbandona la città per diventare tutt'uno con la natura che lo circonda.

Il motociclista british di Daks

Le due ruote e il mondo dei biker inglesi hanno ispirato il designer Filippo Scuffi per la collezione uomo Autunno/Inverno 2015-16 del marchio Daks. Sulla passerella sembra quasi prendere vita il Marlon Brando de "Il Selvaggio", un motociclista con tanto di cappello in pelle e tuta dai dettagli matelassè, celebre cifra stilitica di Daks.

Scuffi parte dal mondo dei centauri per allontanarse, attinge e cita, inserendo nella collezione tute, capi in pelle ed altri dettagli iconici, tutti però rimandano al classico english style, a quell'anima british fatta di linee eleganti e stampe check. I capi del guardaroba da biker viene addolcito e pulito, reso più raffinato, cucito indosso ad un uomo moderno che ama sperimentare con la moda tenendo sempre d'occhio l'eleganza e la raffinatezza.