Donald Trump è il nuovo Presidente americano dallo scorso gennaio e di sicuro tutti ricorderanno il tanto discusso Inauguration Day, la cerimonia di insediamento con cui è salito ufficialmente al potere. A parte le innumerevoli proteste che sono state organizzate proprio in quella giornata in ogni parte del mondo, l'evento non ha visto nessun imprevisto particolare, peccato solo che le "occhiatacce" lanciate da Michelle Obama contro la nuova First Lady abbiano reso l'atmosfera un tantino tesa.

Nel momento in cui Melania Trump è arrivata alla Casa Bianca con il regalo di Tiffany & Co. tra le mani, l'ex prima donna americana l'ha guardata sconcertata, tanto che la foto del suo viso è diventata immediatamente un meme che ha ha fatto il giro del web. Anche se molti hanno pensato che quella reazione fosse dovuta al dono poco gradito, la verità è ben diversa ed è stata proprio Michelle a soddisfare la curiosità di coloro che ancora ricordano quel momento esilarante e imbarazzante. Durante un incontro al the American Institute of Architects convention, la Obama ha spiegato che non aveva alcuna intenzione di esprimere disprezzo nei confronti dei Trump, semplicemente stava cercando di trattenere le emozioni.

Il motivo è molto semplice: le figlie Malia e Sasha sono cresciute nella Casa Bianca ed è stato difficile per lei vederle uscire da quell'abitazione che ha segnato la loro adolescenza. "Così in quel momento di transizione, appena prima che la porta si aprisse per accogliere una nuova famiglia, le nostre figlie sono uscite dalla porta sul retro in lacrime salutando la folla", ha raccontato Michelle. L'ex First Lady ha fatto di tutto per non piangere e il risultato è stato proprio quell'espressione. Insomma, tutti coloro che speravano si creasse rivalità tra le due prime donne americane di sicuro saranno delusi: Michelle non aveva alcuna intenzione di essere scortese o inopportuna durante quella giornata.