Meghan Markle è incinta, aspetta il suo primo figlio a pochissimi mesi di distanza dal matrimonio con il principe Harry ed è più bella e raggiante che mai. Sfoggia dei look premaman glamour ed elegantissimi a ogni apparizione pubblica, a dimostrazione del fatto che giorno dopo giorno sta diventando una principessa perfetta. La cosa che in pochi sanno è che, a differenza della cognata Kate Middleton che ha messo al mondo i figli sempre nella Lindo Wing del St. Mary’s Hospital di Londra, lei potrebbe partorire in casa servendosi del metodo dell’hypnobirthing. Chi glielo ha consigliato? La mamma Doria Ragland.

Dove partorirà Meghan Markle?

Meghan Markle aspetta il primo figlio dal principe Harry e giorno dopo giorno il suo pancino diventa sempre più visibile, rendendola splendida e raggiante. Il piccolo dovrebbe nascere la prossima primavera e, anche se non avrà alcun titolo reale, viene già considerato un principino. La cosa che in pochi sanno è che la Duchessa del Sussex potrebbe decidere di partorire in casa, per la precisione a Frogmore House Cottage dove di recente si è trasferita con il marito, evitando così di seguire l'esempio della cognata Kate Middleton che ha messo al mondo i suoi tre figli nella Lindo Wing, l'ala privata del St. Mary's Hospital di Londra. Per quale motivo vorrebbe optare per una scelta simile? Perché glielo avrebbe consigliato la mamma Doria Ragland, che per starle vicino in un periodo magico come la gravidanza si è trasferita in Gran Bretagna da qualche mese. La Markle sarebbe infatti propensa al parto naturale, tanto che negli ultimi tempi si sarebbe appassionata all'hypnobirthing, un metodo di preparazione al nascita del bebè che aiuta a ridurre i dolori del travaglio attraverso la respirazione, già usato in passato da Kate Middleton. Per il momento, però, non si ha ancora alcuna certezza, l'unica cosa sicura è che la moglie di Harry ha assunto una doula. A questo punto, dunque, non resta che aspettare qualche mese per capire se la principessa dimostrerà di essere rivoluzionaria anche nel momento del parto.