Meghan Markle e il principe Harry sono una delle coppie più chiacchierate del momento, aspettano il loro primo figlio e sono più innamorati che mai. La Duchessa del Sussex, dopo essere apparsa con un pancione enorme durante gli ultimi eventi ufficiali a cui ha partecipato, è andata in congedo di maternità, a dimostrazione del fatto che manca ormai pochissimo al parto. Nonostante sia lontana dai riflettori, continua a far parlare di lei e del suo animo "rivoluzionario", il motivo? Secondo i tabloid inglesi metterà al mondo il figlio in un ospedale diverso da quello di Kate Middleton e, come se non bastasse, non ha alcuna intenzione di mostrare il bebè a poche ore dalla nascita.

Meghan Markle cambia ospedale per il parto

Meghan Markle è andata in congedo di maternità e, dopo essere apparsa con un pancione enorme durante gli ultimi impegni ufficiali, ha deciso di godersi qualche settimana di riposo prima della nascita del primo figlio. Nonostante sia lontana dai riflettori, ha trovato lo stesso il modo di far parlare di lei. A essere finito al centro del mirino è ancora una volta il suo animo "rivoluzionario": secondo i tabloid inglesi, infatti, la Duchessa del Sussex non mostrerà il Royal Baby in pubblico poche ore dopo il parto, infrangendo così una tradizione tipica della famiglia reale. Prima di lei lo avevano fatto sia Kate Middleton che la principessa Diana ma, visto che il figlio di Harry ha pochissime possibilità di salire sul trono, l'ex attrice ha deciso che la sua nascita deve rimanere un evento privato. La sua sarebbe anche una scelta fatta per mostrare solidarietà alle mamme "normali" che dopo il parto non sono impeccabili come si vuole far credere nella Royal Family. Come se non bastasse, pare anche che Meghan non partorirà alla Lindo Wing del St. Mary’s Hospital, dove sono nati tutti i Royal Baby dal 1977 a oggi. Avrebbe infatti optato per una clinica privata nei pressi del castello di Windsor, un luogo più appartato e vicino a Frogmore Cottage, dove i coniugi si trasferiranno dopo la nascita del bebè.