Chi non ricorda il periodo in cui Meghan Markle ha partorito il piccolo Archie? Era il mese di maggio 2019 e, nonostante l'annuncio ufficiale della nascita del Royal Baby diffuso da Buckingham Palace, la Duchessa si è mostrata in pubblico solo molti giorni dopo il parto, apparendo splendida in total white tra nelle sale del castello di Windsor. Alla luce delle rivelazioni shock che lei stessa ha fatto durante l'intervista a Oprah Winfrey, è emersa una nuova indiscrezione che riguarda il terribile periodo passato a corte. All'epoca Meghan viveva a Frogmore Cottage, la residenza ristrutturata ad hoc per accogliere il figlio, ma le veniva vietato di uscire per un motivo ben preciso.

Meghan Markle e il caffè negato

A rivelare la presunta verità è stato il biografo Omid Scobie, che in un articolo pubblicato su Harpeer’s Bazaar ha raccontato che a pochi giorni dal parto Meghan era nel mirino di paparazzi e tabloid. Per provare ad allentare stress e tensione aveva deciso di fare una passeggiata con la madre nella vicina cittadina di Windsor, voleva prendere semplicemente un caffè al bar con lei, ma, non appena ha provato ad abbandonare Frogmore Cottage, gli assistenti di corte l'hanno fermata: aveva il divieto di uscire, abbandonare la residenza in quel momento si sarebbe rivelato troppo pericoloso. È chiaro dunque il motivo per cui, sentendosi bloccata tra mille e incomprensibili protocolli, è stato proprio in quel momento che la Duchessa ha cominciato a sentire il bisogno di andare alla ricerca della sua indipendenza.

Il momento in cui ha capito di essere stata isolata

Meghan non usciva da settimane dopo essere diventata mamma ma, nonostante ciò, le sue richieste di contatti sociali venivano sempre respinte dallo staff reale, a prova del fatto che nessuno a corte aveva davvero a cuore i suoi bisogni. Sebbene quel divieto fosse stato messo in atto per preservare la sicurezza della Duchessa, non ha fatto altro che accrescere il suo malessere. In compenso, però, si è trasformato nella "goccia che ha fatto traboccare il vaso": è stato in quel momento che la moglie di Harry si è resa conto di essere stata isolata e "silenziata" dai Windsor. Vista la sua sovraesposizione mediatica, l'unica cosa che le veniva richiesta era starsene tranquilla in casa, peccato solo che ai suoi occhi la cosa si sia trasformata in una sorta di "reclusione" non richiesta.