Meghan Markle ha passato gli ultimi due mesi in Canada lontana dai riflettori e, nonostante sia rimasta a Londra solo per qualche giorno, è riuscita a creare scompiglio. Dopo aver fatto infuriare la regina per non aver portato il piccolo Archie in Inghilterra, a essersi scagliata contro di lei è stata Camilla Parker Bowls. Era da mesi che la Duchessa di Cornovaglia preparava un discorso sui diritti delle donne da tenere l'8 marzo al Women Of The World Festival, non a caso aveva chiesto ai Royals di non creare distrazioni nel giorno della ricorrenza, cosa che le avrebbe permesso di sostenere una causa che le sta molto a cuore, peccato solo che la moglie di Harry non ne sapesse nulla.

Nel momento in cui i suoi assistenti le hanno spiegato la questione, però, si è rifiutata di rinunciare al suo discorso di forza e di speranza dedicato al sesso femminile tenuto a sorpresa in una scuola superiore di Dagenham. Il risultato? Ha oscurato del tutto la moglie di Carlo, della quale non si è parlato affatto. Per una donna come Camilla, che da sempre è stata abituata a ottenere tutto ciò che desidera, si tratta di una vera e propria disdetta. I tabloid britannici hanno subito parlato di una presunta “guerra civile dei reali”, mettendo contro Meghan anche la Duchessa, che fino ad allora era stata sua alleata. La Parker Bowls chiederà a Carlo di intervenire personalmente nella questione? L'unica cosa certa è che potrebbe avere un ruolo cruciale all'interno della Megxit. Non sostenendo la scelta del divorzio dai Windsor al termine del periodo di transizione, avrebbe la possibilità di modificare il futuro dei Sussex.