Il lob asimmetrico è un taglio molto richiesto, grazie alla sua versatilità: si tratta infatti di un hair style personalizzabile in base alla forma del viso e alla tipologia di capelli. Un taglio medio di tendenza che rappresenta una variante del classico caschetto. A rendere particolare questo long bob è quindi l'asimmetria, che può essere orizzontale, con il classico taglio lungo davanti e corto dietro, ma anche verticale, giocando su frange e ciuffi laterali più lunghi su un solo lato. Inoltre l'asimmetria può essere data anche dalle scalature che rendono il taglio irregolare, e quindi non simmetrico. Ma scopriamo di più su questo haircut così amato e versatile: a chi sta bene e come portarlo.

A chi sta bene il taglio asimmetrico

Il long bob è uno dei tagli più versatili, per questo amato da tantissime donne. Anche nella versione asimmetrica si addice a tutte, scegliendolo nella giusta versione. Si tratta di un taglio adatto a chi ha una chioma folta ma, chi ha capelli sottili, non deve disperare: in questi casi, infatti, si può optare per uno styling mosso, che doni volume a tutta la chioma, e soprattutto è importante realizzare un taglio pieno che concentri l'asimmetria sulle lunghezze. In merito alla forma del volto: se avete il viso tondo scegliete un lob più lungo davanti e corto dietro con riga o ciuffo laterale, evitando invece frangia e riga centrale. Per chi ha il viso quadrato lo styling mosso è quello che addolcisce maggiormenti i tratti: meglio puntare su una lunghezza medio-corta, optando anche in questo caso per riga laterale o ciuffo. Per chi ha il viso lungo il taglio medio sfilato è l'ideale, abbinato a ciuffo laterale o a una frangia lunga che cada solo su un lato. Per il viso a diamante, con mascelle sporgenti e mento spigoloso, meglio concentrare le asimmetrie con fitte scalature che arrivino all'altezza del mento.

Per i capelli lisci lob lungo davanti e corto dietro

Se avete i capelli lisci, il taglio asimmetrico più iconico è quello lungo davanti e corto dietro: la riga in mezzo accentua l'asimmetria del taglio, ma potete optare anche per la riga laterale o per il ciuffo laterale, in base alla forma del viso. Sta bene a tutte ma, se avete il viso a triangolo oppure lungo, come abbiamo anticipato, meglio ridurre le lunghezze, giocando però l'asimmetria sempre in orizzontale, mantenendo il taglio sotto le orecchie. Se non volete evidenziare eccessivamente l'asimmetria del taglio, la riga laterale oppure un ciuffo lungo sono la scelta ideale.

Styling mosso per un effetto glam e femminile

Il lob asimmetrico mosso è l'ideale per chi vuole donare un effetto glam al taglio, e renderlo ancora più femminile. Lo stile perfetto anche per chi vuole armonizzare i tratti del viso. Può essere realizzato anche con riga laterale e ampie onde, per uno stile retrò, oppure con onde leggere e piatte che possono essere risaltate da riflessi chiari. Se avete i capelli mossi scegliete la versione leggermente più lunga davanti oppure optate per un taglio scalato e destrutturato da sfoggiare con la riga centrale, ideale sia per un look casual che per una serata elegante.

E per i capelli ricci? Il lob asimmetrico aiuta a gestirli meglio

Anche per chi ha i capelli ricci il lob asimmetrico è il taglio ideale: aiuta infatti a dare forma alle chiome ricce, permettendo di gestirle al meglio. Realizzare un taglio asimmetrico sui capelli ricci, significa dare forma a chiome che solitamente risultano indomabili e troppo voluminose. In questo caso potete optare per diverse soluzioni: oltre al classico taglio più lungo davanti, potete scegliere anche l'asimmetria verticale con un taglio più corto da un lato e più lungo dall'altro. Se poi volete realizzare solo un elemento asimmetrico, potete optare anche per il ciuffo latelare più lungo, da realizzare su un taglio pari: l'effetto sarà comunque molto apprezzabile anche sui capelli ricci.