La ricrescita, si sa, non è amica delle donne ed è in questi casi che in nostro aiuto arrivano le tinte per capelli, che hanno il merito di coprire quegli odiosi capelli bianchi che vengono fuori o il colore naturale della nostra base. Ma in realtà le tinte servono anche per cambiare tonalità o dare nuove sfumature alla chioma, quando il nostro colore ci ha stancato o ci fa apparire spente e grigie. Possiamo optare, così, per tinte permanenti chimiche o per quelle naturali come l'hennè, di cui però non tratteremo in questa guida. Abbiamo qui raccolto le migliori colorazioni per capelli con o senza ammoniaca, più apprezzate per durata, pigmenti e tecnologie adoperate tra quelle in commercio. Ecco allora le 6 tinture da scegliere per dare un tocco di colore alla nostra testa.

Le migliori tinte per capelli

I prodotti sono stati selezionati tenendo in considerazione alcuni fattori tra i quali il rapporto qualità/prezzo, le recensioni dei vari utenti e l'effetto ottenuto.

1. Schwarzkopf Palette Oleo Intense

Tra le più apprezzate in commercio, la tintura Schwarzkopf Palette Oleo Intense ha una formulazione infusa di olio attivatore che consente di massimizzare l'azione colorante ed è completamente priva di ammoniaca: dopo averla applicata i capelli appariranno forti e più lucenti. Una volta steso il prodotto, tutti i capelli bianchi risulteranno coperti. La confezione comprende un tubetto di crema colorante 50 ml, un flacone applicatore con emulsione rivelatrice sempre di 50 ml, una bustina di trattamento fissante 15 ml, un paio di guanti e il foglietto illustrativo.

Pro: l'olio presente nella colorazione favorisce la penetrazione all'interno del capello dei pigmenti di colore. Il risultato sarà intenso e duraturo.

Contro: per chi ha capelli lunghi, una confezione sola non è sufficiente, ne occorreranno due.

2. L'Oreal Inoa crema colorante per capelli

La crema colorante di L'Oreal Inoa è una colorazione permanente che non aggredisce il cuoio capelluto, ma lascia inalterati amminoacidi e componente lipidica. In questo modo i capelli non si seccheranno e non andranno incontro a forfora o caduta innaturale. Dopo averla applicata, i riflessi risulteranno naturali e il colore sarà brillante. Copre fino al 100% i capelli bianchi e ha un potere schiarente fino a 3 toni.

Pro: priva di ammoniaca, è completamente inodore e ciò non la rende fastidiosa in fase di applicazione, soprattutto durante il tempo di posa.

Contro: nella confezione non è incluso l'ossigeno, che va acquistato a parte.

3. Euphidra ColorPro XD

Il ColorPro XD di Euphidra è una tintura che copre i capelli bianchi, donando brillantezza e riflessi duraturi. Ideale sopratutto per chi ha pelli sensibili, è testata per garantire massima tollerabilità. Svolge un'azione lenitiva e riequilibrante per il cuoio capelluto, grazie ai suoi fitosteroli e al pantenolo, mentre il balsamo con acido ialuronico e proteine della seta aiuta a chiudere le fibre del capello, fissando bene il colore.

Pro: Il beccuccio applicatore da un lato e la consistenza gel dall'altro rendono il prodotto semplice da applicare.

Contro: Il prodotto non va usato su capelli colorati con henné o con una colorazione progressiva.

4. Crazy Color crema colorante semipermanente

La crema colorante di Crazy Color è una tintura semipermanente ideale per chi vuole sperimentare senza, però, agire in maniera definitiva sul capello. Va applicato su capelli umidi, lasciato in posa per 15-30 minuti e poi risciacquato abbondantemente. Il colore risulterà brillante e vaporoso. Per ottenere, però, un risultato migliore, è preferibile utilizzarlo su capelli pre-schiariti o decolorati.

Pro: Dal rosa al viola la gamma di colori è molto vasta e permette di dare sfogo alla nostra creatività ogni volta che vogliamo.

Contro: Non trattandosi di una tintura permanente, il colore scaricherà dopo qualche lavaggio.

5. Revlon tintura per capelli

Un vero e proprio cocktail di bellezza, è così che si presenta la tintura per capelli Revlon 3in1. Pensata per capelli colorati, regala un colore immediato senza dimenticare il benessere del cuoio capelluto. Rivitalizza, tonifica, nutre e ripara, inoltre ha proprietà idratanti, nutrienti districanti, leviganti e anti-staticità. La confezione da 270 ml consente di poter adoperare il trattamento per più lavaggi e il tappo dosatore ne facilita l'uso.

Pro: Può essere utilizzato anche come maschera, se lasciato in posa per una trentina di minuti.

Contro: Tende a schiarirsi dopo alcuni lavaggi ma sul capello decolorato dura di più.

6. L'Oréal Paris ritocco perfetto spray

Se la ricrescita incombe ma non vogliamo già provvedere con un'altra tintura, una soluzione innovativa c'è ed è lo spray ritocco perfetto di L'Oréal Paris. Bastano pochi secondi per coprire i capelli bianchi alla radice: sarà sufficiente agitare lo spray e applicarlo sui capelli asciutti già pettinati. Bisognerà, poi, distribuirlo uniformemente. Si asciuga con rapidità, si fonde bene con il colore dei capelli e va via dopo un lavaggio. Nonostante ciò, però, non bisogna abusarne, ma utilizzarlo con moderazione.

Pro: Prodotto molto utile, sopratutto nei casi di emergenza in cui siamo impossibilitate a fare una colorazione.

Contro: Esistono solo 8 nuances al momento che, però, coprono una palette piuttosto ampia.

Come scegliere la tinta per capelli: guida all'acquisto

Come per tutti i prodotti della nostra beauty routine, anche per la tinta per capelli bisogna scegliere il prodotto che più fa al caso nostro, prendendo in considerazione alcuni fattori, come la tipologia o la composizione.

Tipologie

Distinguere le varie tinture sulla base della tipologia è fondamentale, soprattutto per essere in grado di trovare un prodotto che risponda perfettamente alle nostre esigenze. Tra quelle chimiche, in commercio troviamo le permanenti, le semipermanenti e gli shampoo colorati. Si differenziano per la durata del loro effetto sul cuoio capelluto e per l'intensità nella copertura. Le tinture permanenti, che offrono un'ampia palette di colori e sfumature, coprono perfettamente i capelli bianchi. In alcuni casi, però, possono causare allergie o irritazioni. Le semi-permanenti, invece, offrono una colorazione resistente per alcuni lavaggi, ma coprono solo in parte il colore già esistente. Nel caso, infine, di shampoo colorati, si tratta di formulazione temporanee i cui effetti spariscono al lavaggio successivo.

Con o senza ammoniaca

Un'ulteriore distinzione va fatta in merito ai prodotti che hanno o non hanno ammoniaca. Sebbene in quest'ultimo caso, il capello risulti meno stressato, le tinture che contengono il composto dell'azoto sono più efficaci poiché assicurano una copertura maggiore. In questo caso, però, si può andare a idratare bene il capello, nutrendolo con appositi trattamenti, per evitare si stressarlo e sfibrarlo eccessivamente.

Colore

La scelta del colore risponde, ovviamente, alle esigenze di ciascuna. Nel caso di capelli già trattati in salone, per non commettere errori acquistando il prodotto sbagliato, sarebbe opportuno chiedere al nostro hair stylist di fiducia la tonalità esatta. Se vogliamo limitarci a coprire i capelli bianchi, dobbiamo individuare il colore che più si avvicina al nostro, per evitare di ottenere effetti indesiderati.

Come applicare la tinta

Per poter fare la tinta a casa e ottenere un risultato degno delle aspettative, bisogna seguire pochi e semplici accorgimenti. Prima di tutto, è necessario procurarsi tutto l'occorrente, tra accessori e prodotto. Nel caso di un semplice ritocco, si andrà a lavorare solo sulla radice, separando adeguatamente i capelli e lavorando su ciocche sottili. Nel caso di una tintura completa, invece, bisognerà stendere il prodotto su tutta la testa, accertandosi che entri in profondità e che tutte le zone siano coperte. Dopo aver rispettato il giusto tempo di posa si potrà, infine, procedere con il lavaggio, l'applicazione di una buona maschera idratante e la messa in piega finale.