La treccia è uno dei must have delle ultime stagioni: da quella ispirata alla boxe a quelle estrose e stravaganti che rimandano al mondo degli unicorni e delle fiabe, fino alle trecce a cascata . Anche questo autunno inverno vuole protagonista la treccia, a patto che sia morbida, ribelle e spettinata. Dimenticate le trecce perfette e precise, l’autunno preferisce un look sbarazzino e destrutturato. Volumi, ciuffi fuori posto ma mai a caso, con ciocche libere che incorniciano il volto.

La treccia per l’autunno 2017

Lunga, anzi, lunghissima: la treccia dell’autunno è pensata per chi ha chiome fluenti e ama i look sbarazzini. L’intreccio è morbido e non preciso, ma al contrario destrutturato e ribelle. La treccia scende lungo la schiena, accompagnata da una radice voluminosa e a tratti cotonata, oppure appoggiata sulla spalla, per un look semplice e chic. Anche la treccia a spina di pesce è spettinata,  con ciocche libere che creano movimenti sinuosi. La scriminatura può essere centrale oppure laterale: se scegli di fare la linea di lato potrai giocare con i volumi della radice e creare un ciuffo morbido che incornicia il volto; se scegli la riga centrale invece, potrai realizzare una treccia centrale oppure laterale lasciando fuoriuscire qualche ciocca dall’intreccio.

A chi sta bene la treccia spettinata

La treccia sbarazzina dell’autunno sta bene alle donne giovani e a chi ama i look semplici e versatili. Perfetta da abbinare ad outfit easy, ad esempio con il jeans e il chiodo di pelle oppure con una gonna lunga abbinata ad un anfibio, per creare un look rock e glamour allo stesso tempo. La treccia morbida è perfetta per chi vuole addolcire i lineamenti del volto, e sta bene a tutte. Se hai il viso più rotondo lascia qualche ciocca libera per incrociarne i lati, mentre se hai il viso allungato gioca con il ciuffo. Guarda la gallery e scopri le idee da copiare!