Le scarpe firmate Christian Louboutin sono amatissime in tutto il mondo, tanto da essere considerate un'accessorio irrinunciabile per le fashion addicted, ma qualche tempo fa erano finite in tribunale a causa della loro iconica suola rossa, accusata di non essere un tratto distintivo e dunque non imitabile della griffe. Oggi, però, dalla Corte di Giustizia Europea è arrivata una buona notizia: quel dettaglio che ha sempre caratterizzato le calzature del brand è un marchio di posizione e non di forma e, di conseguenza, Louboutin ne ha l'esclusiva.

La suola rossa delle Louboutin è un marchio di posizione

Le scarpe con la suola rossa di Christian Louboutin sono finite più volte in tribunale a causa di quell'iconico dettaglio che, secondo alcuni brand di minore fama, non poteva essere considerato un'esclusiva della Maison francese. Dopo Yves Saint Laurent, che ha portato la questione alla Corte d'Appello di New York, anche la società olandese di calzature Van Haren ha messo in commercio delle scarpe con il tacco con la suola rossa, venendo accusata di contraffazione da Louboutin. Inizialmente il Tribunale dell'Aia aveva dichiarato che quel dettaglio scarlatto, precisamente della tonalità Pantone 18-1663TP, non faceva parte del marchio registrato e dunque poteva essere imitato, ma oggi è arrivata una svolta. La Corte di Giustizia Europea ha infatti dichiarato: "Non si può ritenere che un segno, come quello di cui trattasi, sia costituito esclusivamente dalla forma ove l’oggetto principale di questo segno sia un colore precisato mediante un codice d’identificazione riconosciuto a livello internazionale". Insomma, la nota suola rossa delle scarpe con il tacco Christian Louboutin è un marchio di posizione e non potrà essere imitata, in quel caso si rischia di essere accusati di contraffazione.