È da mesi che Meghan Markle e il principe Harry si sono allontanati da Londra, divorziando dalla Royal Family per rivendicare la loro libertà. Oggi, tra una maxi villa a Santa Barbara nuova di zecca e il desiderio di passare il Natale in America, i due sono più distanti che mai dalla corona e sembrano esserne pienamente soddisfatti. La cosa che forse in pochi sapevano è che la regina Elisabetta II era a conoscenza del loro piano e ha fatto di tutto per evitare questa "frattura". A quanto pare, però, i suoi progetti e i suoi sacrifici non sono bastati: gli ex Sussex erano determinati a dire addio alle rigide regole dell'etichetta, anche se questo ha significato rinunciare a privilegi e titoli.

Harry e Meghan si sarebbero potuti trasferire in Africa

Secondo il biografo reale Robert Lacey, che ha pubblicato un nuovo libro sui Royals intitolato "Battle of Brothers", prima dell'addio di Harry e Meghan, la sovrana aveva ideato una possibile soluzione per evitare la Megxit. Consapevole del fatto che l'ex Duchessa aveva bisogno di qualche anno di felice libertà proprio come lei (dopo il matrimonio con Filippo, infatti, visse per un periodo lontana da Londra), aveva proposto ai coniugi di trasferirsi in Africa, per la precisione a Johannesburg, dove avrebbero portato avanti diversi progetti sociali per il Queen’s Commonwealth Trust. Così facendo, avrebbero avuto una quotidianità "normale" senza il bisogno di dimettersi dal ruolo di membri senior della Royal Family. La rottura è avvenuta quando è stato sostituire lo storico segretario privato Christopher Geidt con Edward Young. Quest'ultimo non ha ascoltato gli ex Sussex e li ha spinti verso un divorzio definitivo.