Stai per partire per le vacanze ma devi ancora comprare i costumi: un classico. Alzi la mano chi almeno una volta ha rimandato lo shopping dedicato alla moda mare, cercando di evitare lo stress della prova costume e sperando di perdere quei chiletti di troppo. Bene, adesso è arrivato il momento, è il segreto per affrontare la prova costume è uno soltanto: fregarsene. Cosa c'è di più bello che godersi l'estate senza pensare al fianco pronunciato, alla pancetta o alle smagliature?  Facile a dirsi ma spesso, purtroppo, difficile a farsi. Per questo motivo la scelta dei costume quest'anno è tutta basata sulla body positivity, complice la rivoluzionaria campagna pubblicitaria di H&M. Ecco le 5 cose da non fare quando compri un costume.

  1. Pensare che non ti starà bene: è il primo pensiero di ogni donna quando si vede un costume particolare. La fascia senza imbottitura potrebbe nascondere ancora di un più un seno mini, è vero, ma è estremamente comoda e pratica. Un costume con scollo profondo potrebbe non valorizzare al meglio un décolleté poco prosperoso, ma è sensuale e trendy sfoggiato con uno shorts per l'aperitivo. Quando prendi in mano un costume, pensa soltanto a come ti fa sentire e a quanto ti piace.
  2. Pensare che il costume intero sia out: chi l'ha detto che il costume intero è da sfigate? Fino a qualche anno fa il costume intero era visto come un modo per nascondere quello che non ci piaceva, dalla pancia ai fianchi pronunciati. Il costume intero era sinonimo di fuori forma, mentre il bikini veniva visto come il costume ideale per chi aveva un fisico invidiabile. Oggi per fortuna questo tabù non esiste più: il costume intero può essere sexy e trendy qualunque sia la tua forma del corpo e per questo devi indossarlo in questa estate 2019.
  3. Scegliere una taglia più grande per evitare le maniglie dell'amore: lo abbiamo fatto tutte almeno una volta. Scegliere un costume di taglia più grande oppure puntare su un modello con i laccetti per segnare meno i fianchi. Quest'anno non farlo e scegli solamente il costume che ti piace di più, senza badare troppo a come starà una volta indossato.
  4. Pensare a come ti starebbe se avessi un corpo diverso: altro errore che abbiamo fatto tutte davanti allo specchio una volta provato il costume. Quel tessuto che tira sulla pancia, il laccetto che segna, la coppa del reggiseno vuota oppure quel triangolo che lascia scappare il décolleté prosperoso. Quest'anno, davanti allo specchio, impariamo ad amare il nostro corpo per quello che è, senza pensare a come potrebbe essere se fosse diverso.
  5. Arrabbiarti per non essere andata in palestra: un altro grande classico. Forse è vero, se fossi andata in palestra le gambe sarebbero più toniche e la pancia più sgonfia, ma non è il caso di piangersi addosso né di rovinarti l'estate per una cosa che non puoi cambiare. Esci da quel camerino a testa alta e ama il tuo corpo sempre, anche quando istintivamente non vorresti farlo.