Le collezioni Uomo non sfileranno a Milano il prossimo giugno. La decisione è stata resa nota da Camera Nazionale della Moda Italiana per far fronte alla grave emergenza da Coronavirus che stiamo vivendo. Tutti gli eventi, tra sfilate e presentazioni in programma dal 19 al 23 giugno 2020, saranno posticipati al mese di settembre, in concomitanza con l’edizione di Milano Moda Donna. «La decisione si è resa necessaria a causa della difficile situazione determinata dal diffondersi della pandemia COVID-19», si legge nell'ultima nota pubblicata sul sito ufficiale dell'associazione.

La moda in formato digitale

Con il lockdown in corso e molte aziende del settore che hanno trasformato la loro produzione per realizzare mascherine e camici medici, la decisione era inevitabile. «Stiamo tuttavia lavorando a nuovi formati digitali e a nuove modalità di incontro per dar vita, nei giorni previsti da Milano Moda Uomo, ad altri momenti di narrazione – promette Camera Nazionale della Moda Italiana – Nella consapevolezza che sarà fatto il possibile per avere delle collezioni pronte in quelle date per un inizio di campagna vendita innovativa. Gli 800 show room presenti a Milano saranno parte attiva di questi momenti narrativi».

Tutti gli altri eventi sospesi del mondo della moda

La settimana di presentazione della collezione uomo Primavera/Estate 2021 non è, però, l'unica ad essere rimandata. Dopo l'annuncio della sospensione dei tanto attesi Met Gala, inizialmente fissato al 4 maggio, e CFDA Fashion Awards, gli Oscar della moda che si sarebbero dovuti tenere l'8 giugno, anche Parigi ha scelto di posticipare la Paris Fashion Week, in calendario dal 23 al 28 giugno, e la Haute Couture, sempre per le collezioni uomo, in programma dal 5 al 9 luglio. «Alla luce della diffusione dell'epidemia di Covid-19 nel mondo, sono necessarie dure scelte per garantire la sicurezza e la salute delle case, dei loro dipendenti e di tutti coloro che lavorano nel nostro settore», si legge nella nota pubblicata dalla Federation de la haute couture et de la Mode. Bisognerà attendere, invece, i prossimi giorni per sapere cosa ne sarà del Pitti uomo, al momento in calendario dal 16 al 19 giugno.  Decisioni difficili ma inevitabili, considerando che sia Milano che Parigi durante le settimane della moda attirano centinaia di migliaia di persone da tutto il mondo. Sebbene giugno sia ancora lontano, pensare ad assembramenti, viaggi e contatti diretti tra le persone, risulta ancora molto difficile.