Sabato 9 giugno si è tenuto a Londra il Trooping The Colours, la tradizionale parata organizzata per il compleanno della regina Elisabetta II, e come succede ogni anno i reali si sono affacciati al balcone di Buckingham Palace. Tra loro anche una nuova arrivata, Meghan Markle, diventata ufficialmente la moglie del principe Harry lo scorso maggio. Per l'occasione ha sfoggiato un look impeccabile, peccato solo che gli esperti di galateo si sono accorti di un piccolo "errore" di stile che l'ha fatta andare contro il protocollo. Ecco per quale motivo la Duchessa del Sussex non può essere ancora considerata una principessa a tutti gli effetti.

Il look "sbagliato" di Meghan Markle al Trooping The Colour

Meghan Markle è entrata a far parte della Royal Family inglese lo scorso 19 maggio e, nonostante stia seguendo delle lezioni per diventare una principessa perfetta dall'ex assistente della regina, fa ancora qualche piccolo errore. Al Trooping The Colour, ad esempio, dove si è sfidata a colpi di stile con la cognata Kate Middleton, ha scelto un abito "sbagliato". La Duchessa del Sussex ha infatti indossato una creazione color pesca di Carolina Herrera, abbinato a un cappellino in stile britannico di Philip Tracy. L'unico piccolo "inconveniente"? Il vestito aveva lo scollo a barca e le lasciava le spalle scoperte, cosa che viene proibita dalle regole del protocollo reale, secondo le quali le donne della famiglia reale non devono indossare modelli rivelatori. Meghan, però, aveva sfoggiato uno scollo simile al suo matrimonio, dove l'abito da sposa firmato Givenchy le scopriva leggermente le spalle, cosa approvata dalla regina. Le imposizioni dell'etichetta staranno diventando un po' meno rigide grazie a lei?