Kylie Jenner ha fatto spesso parlare di lei grazie al suo patrimonio, per due anni consecutivi si è classificata al primo posto nella classifica di Forbes dedicata ai miliardari self-made più giovani del mondo. Grazie all'impero cosmetico che porta il suo nome è riuscita addirittura a battere il record di Mark Zuckerberg, che era stato incluso nella lista quando aveva 23 anni, ovvero due anni in più rispetto a lei. Tra rossetti, fondotinta e prodotti di make-up che lei stessa ha firmato, Kylie sarebbe stata capace di accumulare un patrimonio elevatissimo, peccato solo che i conti non tornerebbero. I portavoce del magazine avrebbero fatto una serie di indagini sul conto in banca della sorellina di Kim e, al termine di attenti esami, l'hanno accusata di aver creato "una rete di bugie".

L'attività di Kylie sarebbe più piccola e meno redditizia di quanto mostrato, la stessa Jenner avrebbe invitato Forbes nella sua casa e nei suoi uffici, mostrando delle dichiarazioni dei redditi false. Secondo le nuove informazioni acquisite, l'influencer è sempre ricchissima ma il suo patrimonio ammonterebbe "solo" a 340 milioni di euro, cifra che non la farebbe essere più al primo posto dell'ambita classifica di Forbes. La Jenner non ha potuto fare a meno di commentare l'accaduto su Twitter, dove ha specificato che le informazioni rilasciate conterrebbero "imprecisioni e teorie prive di fondamento". Il post, inoltre, è stato concluso con una forte provocazione. Kylie ha infatti dichiarato: "Posso citare una lista di 100 cose che al momento mi interessano di più che fissarmi su quanti soldi possiedo". Insomma, pare proprio che la piccola di casa Kardashian si sia lasciata scivolare addosso la polemica: prima o poi fornirà i dati precisi per smentire le accuse?