Joe Biden ha scelto di circondarsi di professioniste donne, nel mettere a punto il team che si occuperà della comunicazione. I ruoli sono stati appena affidati dal neo presidente eletto degli Stati Uniti ed è la prima volta nella storia che si tratta di una squadra interamente al femminile. La linea di Joe Biden pare essere quella dell’inclusione, del dare voce a forze in precedenza tenute meno in considerazione e che invece potrebbero contribuire a rendere grande il Paese. Non a caso ha scelto di mettere al proprio fianco Kamala Harris, prima donna afroamericana a diventare vicepresidente degli Stati Uniti. Le sette personalità scelte sono tutte altamente qualificate, vantano nella loro carriera altri ruoli alla Casa Bianca: i loro nomi sono stati annunciati con grande orgoglio.

Solo donne nel team di comunicazione di Joe Biden

La 41enne Jen Psaki, già ex portavoce del Dipartimento di Stato di Barack Obama, sarà il nuovo addetto stampa di Joe Biden. Con lei anche Kate Bedingfield nel ruolo di direttrice delle comunicazioni della Casa Bianca, dopo aver lavorato nello stesso ruolo proprio per Biden quando era vicepresidente. Symone Sanders, già nel team stampa di Bernie Sanders nella campagna presidenziale del 2016, sarà ora la portavoce capo di Kamala Harris. Elizabeth Alexander sarà la direttrice delle comunicazioni della first lady Jill Biden. Per lei non è la prima volta con la famiglia Biden: era già stata anche addetta stampa del neo presidente quando era vice. In squadra anche Karine Jean Pierre e Ashley Etienne, rispettivamente in qualità di vice segretario stampa della Casa Bianca e direttore delle comunicazioni per la vicepresidente. A completare il team Pili Tobar, come vicedirettore delle comunicazioni. Lo staff avrà il compito di fare da tramite tra la Casa Bianca e il popolo americano: è un'amministrazione che rispecchia la visione di Biden di un Paese diversificato e aperto, una linea diversa da quella del presidente uscente, che dell'inclusione non aveva di certo mai fatto un suo cavallo di battaglia.