Se freddo e maltempo per voi fanno rima con raffreddore e influenza, non temete. Oltre a seguire i consigli del proprio medico, anche la natura, come sempre, ci può venire incontro per trattare i primi accenni dei classici malanni di stagione e soprattutto per alleviarne alcuni sintomi. E non c'è bisogno di correre in erboristeria alla ricerca di infusi, erbe e semi particolari. "Tutto (o quasi) quello che serve si trova già nella nostra cucina" assicura a Fanpage.it l'esperta, la dottoressa Maria Grazia Spalluto, farmacista, esperta in naturopatia e fitoterapia e docente presso l'Università Tor Vergata di Roma.

Infuso di timo e origano

Questo infuso ha delle proprietà disinfettanti e antinfiammatorie ed è semplicissimo da preparare. Basta una bustina di camomilla, delle foglie di malva, dell'origano e del timo. "La malva ha una funzione emolliente che protegge le prime vie aeree e il tratto intestinale, l'origano è utile per chi con l'influenza accusa dei sintomi intestinali e il timo invece è un ottimo alleato delle vie aeree".Per preparare l'infuso basta fare bollire l'acqua in un pentolino, aggiungere la camomilla (in bustina) e le altre foglie, spegnere il fuoco e lasciare in infusione, dopo dieci minuti si filtra e si beve.

Suffumigi all'eucalipto e al pino mugo

Il classico rimedio della nonna: i suffumigi per liberare le vie respiratorie. "Basta far bollire dell'acqua e aggiungere 5-6 gocce di olio essenziale di eucalitpo e di pino mugo. I suffumigi hanno un'azione balsamica e fluidificante su chi soffre di catarro e ha le vie del respiro chiuse". Basta una bacinella e un'asciugamano: ci si mette con il capo vicino il recipiente che contiene acqua bollente, copriamo la testa con un'asciugamano per evitare che il vapore si disperda e semplicemente respiriamo con la bocca aperta.

Balsamo al tea tree oil e cataplasma per i dolori articolari

E poi per attenuare i sintomi del raffreddore possiamo preparare un balsamo emolliente da spalmare sul petto. "Sciogliamo 2-3 gocce di tea tree oil o di olio essenziale di eucalipto in una tazzina da caffè con del burro di karitè oppure in alternativa con dell'olio d'oliva o di mandorle dolci (magari si può riscaldare un po', facendo attenzione che non diventi bollente). Una volta preparato si spalma sul petto con un massaggio e poi si copre con un'asciugamano caldo". Se invece soffriamo dei dolori articolari tipici dell'influenza possiamo sfruttare le proprietà dei semi di lino: "Schiacciamo un paio di cucchiai semi di lino e mettiamoli a bagnomaria (oppure scaldiamoli nel microonde) e aggiungiamo quattro cucchiai di acqua. Mescoliamo fino a che non otteniamo una sorta di polenta piuttosto liquida, al primo bollore spegniamo il fuoco, lasciamo raffreddare e mettiamo il composto in una garza o un canovaccio e appoggiamolo sulle zone doloranti".