Carine Roitfeld

Carine Roitfeld è una vera icona dell'attuale fashion system: per 10 anni, precisamente dal 2001 al 2011, ha guidato nelle vesti di Editor-in Chief  la bibbia della moda francese Vogue Paris. La giovane Carine prima di arrivare nell'Olimpo dei grandi parte dal basso, inizia la propria carriera come modella, riversa poi lo stile chic e trasgressivo che da sempre la contraddistingue nella professione di stylist. Negli anni '90 contribuisce con l'amico Tom Ford al rilancio della Maison Gucci, ideando campagne pubblicitarie irriverenti e all'avanguardia. Con lo stilista texano crea servizi di moda basati sul celebre porno chic style, un ardito mix in cui si dissolvono i confini tra eleganza e volgarità, tra erotismo e pornografia. Un terzo di eros, un terzo di classe, un terzo di cattivo gusto sono, secondo Carine, le componenti del suo stile.

La caduta degli dei – L'ascesa nel firmamento fashion non accenna a diminuire fino al momento in cui probabilmente si spinge troppo oltre, affidando a Tom Ford la direzione artistica del numero di dicembre di Vogue Paris. Tra le pagine del mensile appare una provocazione non gradita alle alte sfere di Condé Nast: baby modelle pesantemente truccate posano davanti all'obiettivo come fossero star consumate. La Roitfeld viene sostituita alla direzione del giornale da Emmanuelle Alt, incassa la temporanea battuta d'arresto e scompare per un po' dalla scena editoriale. Non si nasconde però, partecipa a feste e sfilate, da strong woman quale è riprende in mano la propria carriera, collabora con diversi stilisti offrendo la sua preziosa consulenza, insieme a Karl Lagerfeld crea alcune campagne per Chanel e pubblica un libro autobiografico, "The Irreverent", in cui lascia alle immagini il racconto della propria vita.

Ritorno in grande stile – A qualche mese fa risale l'annuncio del ritorno in grande stile della donna vista da molti come la nuova Anna Wintour: Carine Roitfeld lancerà una nuova rivista di moda chiamata "CR Fashion Book". Quella che le viene affidata non è una semplice direzione di un giornale ma una testata con le iniziali del suo nome, quello che verrà lanciato non è un qualunque magazine modaiolo ma un  Fashion Book pensato e diretto dalla sacerdotessa dello stile. Carine prepara da mesi il primo numero che uscirà a settembre 2012, quel Semptember Issue così importante per ogni rivista, ancor più importante in questo caso perchè decreta il rientro nell'editoria della Roitfeld. In concomitanza con il primo numero uscirà anche un documentario, intitolato "Mademoiselle C.", la signorina del titolo è ovviamente la nostra Carine la quale ha deciso di farsi seguire dalle telecamere nei mesi in cui lavora alla creazione della nuova rivista.

Carine-Roitfeld irreverent

Una nuova rivista e un documentario – Dopo i docu-film sulle vite lavorative di Anna Wintour, Marc Jacobs e Karl Lagerfeld arriva un nuovo fashion biopic firmato da Fabien Costant, già autore nel 2007 del documentario per la Tv francese "Marc Jacobs & Louis Vuitton". Al regista è stato concesso un inedito accesso alla vita privata e professionale della Roitfeld, le riprese tutt'ora in corso continueranno fino al lancio di "CR Fashion Book". La data ufficiale per l'uscita del film ancora non è stata ufficializzata ma è certo che sullo schermo oltre alla regina del porno chic appariranno personalità del calibro di Tom Ford, Karl Lagerfeld e Donatella Versace. Sembra quasi che ormai per essere riconosciuti come divinità dell'Olimpo modaiolo è necessario apparire in un biopic, quasi a voler confermare e fissare su pellicola il proprio passaggio in un mondo così labile, in cui un giorno sei adulato come una divinità e quello seguente raccogli i cocci di una carriera distrutta da un singolo errore. Ma questo non è il caso della nostra Carine, "Madmoislle C." è solo un annuncio, un avvertimento al duro mondo della moda, un messaggio che grida a chiare lettere: "Eccomi, sono tornata".