Il principe Harry e Meghan Markle sono ormai lontani anni luce dalla Royal Family e non solo perché dallo scorso 31 marzo il "divorzio" è diventato ufficiale. Si sono trasferiti a Los Angeles, dove stanno passando la quarantena con il piccolo Archie, hanno detto addio ai titoli e al vecchio profilo social "reale" e ogni giorno prendono delle posizioni nette per far capire a tutti che quella separazione è definitiva. Ad aver fatto discutere negli ultimi giorni, ad esempio, è stato l'addio di Harry al cognome Mountbatten-Windsor. In alcuni documenti firmati per Travalyst, il nuovo progetto che sta sponsorizzando dedicato al turismo sostenibile, si è firmato semplicemente Prince Henry Charles Albert David Duke of Sussex.

In molti hanno pensato che rinunciare al cognome imposto dalla regina fosse un vero e proprio oltraggio ma la verità è ben diversa e a rivelarla è stato lo stesso Harry, sentitosi costretto a rassicurare la nonna Elisabetta II. Dietro il suo gesto non ci sarebbe affatto lo zampino di Meghan, i due non avrebbe voluto in alcun modo offendere o mancare di rispetto alla corona, semplicemente il principe ha intenzione di essere riconosciuto solo come Harry e non come uno degli eredi al trono britannici. Insomma, il fratello di William non vuole prendere le distanze dai suoi cari, la Royal Family rappresenta ancora il suo mondo ma per lui e per la moglie è arrivato il momento di essere indipendenti. La sovrana avrà compreso il punto di vista del nipote oppure farà fatica a perdonarlo? L'unica cosa certa è che i due hanno sempre avuto un rapporto speciale, dunque, al di là delle distanze, probabilmente continuano a rimanere molto uniti.