Il modello transgender Andrej Pejic ha lanciato una campagna su Kickstarter nella speranza di raccogliere i fondi per finanziare "Andrej(a)", un documentario sulla sua trasformazione da un uomo androgino in una donna a tutti gli effetti. Qualche mese fa il 23enne scelse di rendere pubblica la notizia del suo intervento chirurgico di riassegnazione sessuale, ora Andrej ha deciso di raccontare la sua storia attraverso un documentario in cui "condividere la mia umanità, il dolore, le lacrime, le risate, la gioia e le grandi lotte su pellicola, sarà il modo attraverso cui rivelare al mondo cosa significa vivere come una persona transgender", ha affermato Pejic.

Fin ora sono state realizzate le prime riprese durante i servizi fotografici per la moda maschile e nel periodo in cui Pejic ha iniziato il suo lento percorso verso la trasformazione ed ha comunicato al mondo la sua scelta di diventare una donna a tutti gli effetti. Per concludere il documentario, e filmare i prossimi sei mesi della vita di Pejic, servono nuovi fondi, il modello e il suo team hanno dunque lanciato online, su Kickstarter, una campagna di crowdfunding per raccogliere i soldi necessari, ovvero 200.000 dollari. Fin ora sono stati raccolti 16.733 dollari e mancano solo 32 giorni alla fine della campagna.

L'ultima parte del documentario dovrebbe analizzare le problematiche lavorative connesse alla scelta del cambio di sesso. Andreij dopo aver scelto di diventare una donna ha avuto una serie di critiche da parte dei suoi agenti, secondo cui la transizione avrebbe definitivamente bruciato la sua carriera, difficilmente infatti le griffe di moda femminile lo avrebbero scelto tra le proprie modelle per sfilare in passerella. Gli agenti hanno consigliato al modello di mantenere il proprio sesso per continuare a lavorare, è infatti stato il suo aspetto androgino a decretare fin ora il suo enorme successo. Pejic però ha rifiutato di accettare il consiglio ed ha scelto di andare avanti nella transizione, ha lasciato la sua ex agenzia, DNA, ed è entrato in una nuova agenzia esclusivamente femminile. 

Quest'ultima fase della sua vita non è ancora entrata a far parte del documentario per questo Pejic si sta impegnando per racimolare il soldi necessari per andare avanti con le riprese. Il modello sostiene di aver rifiutato offerte provenienti da ‘grandi reti mondiali', desiderose di raccontare la sua storia, ma ha scelto di imboccare la strada della realizzazione di un film indipendente per poter mantenere il controllo creativo.