Sono passati quasi quindici anni dall'uscita, ma "Il Diavolo Veste Prada" resta uno dei fashion movies più amati e citati. Nella pellicola del 2006 con Anne Hathaway e Meryl Streep i costumi giocano un ruolo fondamentale: il film è ambientato in un'immaginaria rivista di moda, Runway, e la costumista Patricia Field ha speso uno dei budget più alti della storia per gli iconici look dei protagonisti. Nel film però non compaiono mai stilisti: probabilmente per motivi di immagine e di impegni, ma la leggenda vuole che sia stata Anna Wintour, la leggendaria direttrice di Vogue, a mettere un silenzioso veto. Il personaggio di Miranda Priestly infatti è in parte ispirato proprio alla leggendaria direttrice con il caschetto e dipinge il mondo dorato del fashion system come un ambiente feroce e spietato. Solo uno stilista ha osato "sfidare" il divieto: ecco tutti gli stilisti che vengono citati nelle scene più memorabili del film.

1 Valentino

L'imperatore della moda ha fatto un piccolo cameo nel film del 2006: Miranda e Andy volano a Parigi per la Fashion Week e assistono alla sua sfilata. Nel backstage, Valentino Garavani in carne e ossa saluta Miranda per chiederle se le è piaciuta la collezione. Lo stilista ha anche disegnato l’abito nero di Meryl Streep nella scena del Gala di beneficenza al Museo. Il regista David Frankel ha rivelato che il cameo non era previsto nella sceneggiatura: è stata un'idea avuta mentre giravano, perché la produzione ha saputo che Valentino si trovava a New York.

2 Chanel

Chanel, icona parigina di eleganza, è il brand che segna il passaggio dalla "vecchia Andy" alla Andy modaiola. La trasformazione inizia quando Nigel (Stanley Tucci) mosso a compassione dalle difficoltà che la ragazza sta attraversando la porta a saccheggiare il guardaroba al grido di "Chanel, hai un disperato bisogno di Chanel". Andy nel suo periodo a Runway perde peso, cambia taglio di capelli e rivoluziona il suo look: la metamorfosi da bruco a farfalla è completata quando entra a passo sicuro in ufficio mentre Emily Blunt (Emily) e Gisele Bündchen (Serena) scrutano i suoi nuovi abiti. "Gli stivali di Chanel? Sì, proprio quelli", risponde serafica di fronte allo guardo allibito delle colleghe.

Andy con gli stivali Chanel
in foto: Andy con gli stivali Chanel

3 Dolce&Gabbana

I due designer non compaiono mai ma sono gli involontari protagonisti di una delle citazioni più iconiche della pellicola: durante il suo primo giorno di lavoro Andy dimostra tutta la sua ingenuità chiedendo al telefono: "Gabbana con una o due B?". Un modo per sottolineare l'ovvio, cioé che non sapeva nulla del mondo della moda, nemmeno un brand famoso come Dolce&Gabbana.

4 Jimmy Choo

Oltre agli abiti, anche le scarpe indossate dalle protagoniste sono diventate di culto: grazie all'occhio sapiente della costumista Patricia Field, Andy indossa scarpe con il tacco di Giuseppe Zanotti, decolleté di Alexander McQueen e stivali di Christian Louboutin. Nella famosa scena del guardaroba, Nigel prova a salvarle il look consegnandole alcune scarpe con il tacco, tra cui un paio di Jimmy Choo: un dettaglio che sarà di cruciale importanza alla fine del film, quando la prima assistente Emily deve cedere il posto a Andy, che andrà a Parigi al posto suo. Emily infatti ha avuto un brutto incidente e, immobilizzata a letto in ospedale, si sfoga con Andy accusandola di non meritarsi l'opportunità e citando proprio quel famoso paio di scarpe: "Ti sei venduta l'anima la prima volta che ti sei messa un paio di Jimmy Choo! Tu non te li meriti, mangi carboidrati cristo santo!"

Andy nel guardaroba con le Jimmy Choo
in foto: Andy nel guardaroba con le Jimmy Choo

5 Donatella Versace

Ci sono stilisti che sono icone viventi, famosi almeno quanto il brand a cui legano il nome. Una di queste è Donatella Versace: la bionda stilista viene menzionata da Miranda mentre cerca disperatamente un jet privato per tornare a casa, perché le figlie hanno una recita scolastica che non vuole perdersi. Peccato però che fuori ci sia una tempesta tropicale: da qui l'idea di farsi prestare un jet privato da "Donatella". Non serve neanche dire il cognome: nel mondo della moda c'è solo una Donatella. E ovviamente, è amica di Miranda.

6 Gisele Bündchen

Nel mondo dorato di Runway ci sono solo i designer, ma anche le top model. Negli anni in cui veniva girato il film Gisele Bündchen era tra le modelle più richieste (e pagate) al mondo, ed è stata citata anche nel libro da cui è tratto il film. Per il suo cameo la modella però ha posto una condizione: non interpretare se stessa. Infatti compare come una delle colleghe di Emily, con cui si diverte a prendere in giro la nuova arrivata Andy.

Gisele Bundchen con Emily Blunt
in foto: Gisele Bundchen con Emily Blunt