Se hai provato a fare una tinta fai da te per cambiare colore di capelli o per coprire i capelli bianchi ma il risultato ottenuto non è quello che speravi, prima di disperarti puoi provare a rimediare al danno fatto. Se hai paura di fare ulteriori danni puoi andare dal parrucchiere che saprà consigliarti il trattamento ideale per i tuoi capelli, ma puoi provare a rimuovere il colore sbagliato anche a casa tua: l'importante è avere pazienza, perché il risultato non si vedrà immediatamente ma dopo qualche lavaggio.

Al contrario di quanto si pensa non si deve fare una seconda colorazione per rimediare all'errore: è infatti possibile che colorando nuovamente a breve distanza di tempo il capello si rovini ulteriormente e il colore non risulti omogeneo, rendendo ancora meno apprezzabile l'effetto del colore. Uno dei rimedi più conosciuti prevede l'utilizzo di uno shampoo antiforfora nel quale avrai aggiunto del bicarbonato di sodio: miscelando le due componenti otterrai un composto più forte del normale shampoo che ti permetterà, lavaggio dopo lavaggio, di schiarire il colore dei capelli. Ricorda di applicare dell'olio di cocco dopo lo shampoo per nutrire a fondo il capello.

Se vuoi rimediare immediatamente puoi provare a creare un composto schiacciando alcune pastiglie di vitamina C e aggiungere dell'acqua per formare un composto cremoso: dovrai applicare il composto sui capelli e avvolgerli in un asciugamano per un'ora prima di risciacquare il tutto. Per rimediare a una tinta sbagliata potete aggiungere il succo di limone al balsamo che utilizzate abitualmente e usarlo come un impacco: dopo averlo applicate utilizzare l'aria calda del phon per fan penetrare a fondo il composto e lavate i capelli con lo shampoo neutro. Anche l'olio caldo può aiutarti a rimuovere il colore: fai scaldare dell'olio a bagno maria, aspetta qualche minuto che sia tiepido a applicalo abbondantemente sui capelli: lascialo in posa per un'ora e poi risciacqua.