2.329 CONDIVISIONI
Festival di Sanremo 2021
7 Marzo 2021
01:00

I Maneskin si mettono “a nudo” per la finale di Sanremo e fanno impazzire tutti con le tute ricamate

Nel corso delle serate di Sanremo i Maneskin hanno giocato con lo stile, vestendosi un po’ da poeti maledetti con il corsetto e un po’ rockstar con i pantaloni di pelle e i tacchi. I loro look eccentrici sono firmati Etro e hanno fatto impazzire i fan con le trasparenze e le provocazioni sul palcoscenico.
A cura di Beatrice Manca
2.329 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Festival di Sanremo 2021

La provocazione fa parte del dna dei Maneskin: anche al Festival di Sanremo 2021 ogni esibizione del gruppo lanciato da XFactor è una vera e propria performance in cui i quattro musicisti giocano con look androgini, dal corsetto indossato durante la serata delle cover fino al body trasparente sfoggiato durante la quarta serata. Per la finale il gruppo capitanato da Damiano David ha deciso di fare "all in" e di mettersi letteralmente a nudo, sfoggiando delle tutine color carne effetto "nude" con dei ricami argentati a forma di piume e stivaletti argentati con il tacco.

Le tutine trasparenti dei Maneskin a Sanremo

Durante la finale l'esibizione dei Maneskin sulle note di "Zitti e buoni" è stata piena di energia e sensualità: i quattro componenti del gruppo hanno indossato tutine color carne firmate Etro e aderenti con dei lacci sul petto in stile corsetto. L'effetto "nudità" è spezzato solo dai ricami scintillanti in filo di seta e Swarovski, che disegnano piume sui loro corpi. Sotto alle tute, i Maneskin calzavano stivaletti con il tacco firmati Giuseppe Zanotti. In queste serate i Maneskin sono stati un po' poeti maledetti con la camicie ottocentesche, un po' rockstar con i pantaloni di pelle e i tacchi: in qualsiasi versione hanno fatto impazzire i fan con i loro look eccentrici curati dallo stylist Nick Cerioni.

Damiano dei Maneskin
Damiano dei Maneskin

Lo stile eccentrico e androgino dei Maneskin

Il percorso artistico dei Maneskin, che si rispecchia nei loro look, punta sul superamento degli stereotipi di genere. Il frontman Damiano David, in particolare, si è imposto come sex symbol della Generazione Z (i fratelli minori dei millennial) per i suoi look da "rocker tenebroso" con make up pronunciati, smalto e citazioni del glam rock anni Settanta e Ottanta. Non un "macho" tutto muscoli insomma, ma una figura anticonvenzionale capace di essere sexy anche con tacchi a spillo, camicie trasparenti e abiti considerati femminili. Da Achille Lauro ai Maneskin, gli artisti sul palco dell'Ariston vogliono distruggere tutti gli stereotipi machisti a colpi di stile.

I Maneskin dopo la vittoria di Sanremo
I Maneskin dopo la vittoria di Sanremo
2.329 CONDIVISIONI
497 contenuti su questa storia
Sanremo, l'annuncio di Annalisa: "Nella serata delle cover un ospite pazzesco con me"
Sanremo, l'annuncio di Annalisa: "Nella serata delle cover un ospite pazzesco con me"
485 di Viral Show
Noemi: "Ho sentito l'urgenza di cambiare. Il sovrappeso era un involucro per difendersi dal mondo"
Noemi: "Ho sentito l'urgenza di cambiare. Il sovrappeso era un involucro per difendersi dal mondo"
Enzo Mazza, FIMI: "La Gran Bretagna studia Sanremo per proteggere i Brit Awards dal Covid"
Enzo Mazza, FIMI: "La Gran Bretagna studia Sanremo per proteggere i Brit Awards dal Covid"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni