I Maneskin sono tra i protagonisti della 71esima edizione del Festival di Sanremo, alla quale partecipano tra i Big con il brano intitolato "Zitti e buoni". Nonostante siano giovanissimi, è fin dalla partecipazione a X-Factor nel 2017 che sono riusciti a ritagliarsi un loro spazio nel mondo della musica, diventando una delle band rock più apprezzate del momento. A spopolare è soprattutto il frontman Damiano David, ormai considerato non solo un sex symbol ma anche un'icona di stile genderless. Sul palcoscenico dell'Ariston sta combattendo gli stereotipi di genere tra stivaletti col tacco, pantaloni pitonati e corsetti, dando così prova del fatto che non esistono differenze tra moda maschile e femminile. È però durante la quarta serata che ha dato il meglio di lui in fatto di eccentricità: ha infatti indossato un body sgambato e scollato, rendendolo un vero e proprio must-have della moda genderless.

Il body diventa un capo maschile con i Maneskin

Damiano David e i membri dei Maneskin stanno mettendo in atto un'importante battaglia contro gli stereotipi di genere e la cosa particolare è che hanno portato questa "ribellione" alle etichette anche al Festival di Sanremo, dove stanno spopolando con dei look genderless eleganti e glamour. A firmare gli outfit dallo stile androgino della band è la Maison Etro, che ha saputo dare libero sfogo alla loro esuberanza e originalità. Durante la quarta serata è stato Damiano ad attirare tutti i riflettori su di sé, presentandosi sul palco con dei pantaloni pitonati a zampa a vita bassissima, abbinati a degli stivaletti decorati con la stessa stampa di Giuseppe Zanotti. Il vero protagonista del look è stato però il body nero trasparente tempestato di paillettes.

Si tratta di un modello così sgambato da lasciare la parte laterale dei fianchi nuda proprio come impone il trend del momento, anche se fino ad ora a seguirlo erano state solo le donne. La scollatura a V, inoltre, ha messo in risalto il grosso tatuaggio impresso sul petto dedicato all'album "Il Ballo della vita". Non poteva mancare il trucco marcato sugli occhi e lo smalto nero sulle unghie, ormai diventati il tratto distintivo dello stile di Damiano. Anche gli altri membri della band hanno sfoggiato degli outfit abbinati con body e pantaloni metallizzati, dimostrando di voler seguire la "battaglia genderless" del loro frontman. Insomma, il guardaroba dei Maneskin è all'insegna della libertà (ed è il caso di dire "Era ora").