Il principe Harry e Meghan Markle hanno cominciato la loro nuova vita a Los Angeles e, anche se per il momento non possono ancora debuttare con l'associazione benefica Archewell a causa dell'emergenza Covid-19, si continua a parlare spesso di loro. Non appaiono spesso in pubblico e hanno blindato la nuova enorme villa con tendoni e vetri oscuranti, vogliono infatti preservare la loro privacy il più possibile, ma i tabloid riescono ad arrivare ovunque e ogni giorno scoprono nuove indiscrezioni che li riguardano. Di recente i due sono finiti ancora una volta al centro delle polemiche a causa di presunte spese folli. È risaputo che siano ossessionati dalla sicurezza ma la cosa che in pochi sanno è che arriverebbero a spendere ben 7.000 dollari al giorno, ovvero poco più di 6.000 euro, per lo staff che li protegge.

Quest'ultimo sarebbe formato da agenti forgiati nell'FBI, nella CIA e nella sicurezza nazionale, che, oltre a fare di tutto pur di proteggere i propri clienti, sono disposti anche a rinunciare alla propria libertà. In tempi di Coronavirus, infatti, dovendo stare a contatto stretto con l'ex famiglia reale, sono costretti a ridurre al minimo i rapporti sociali esterni. Insomma, la cifra esorbitante offerta ai dipendenti dei Sussex sarebbe giustificati da vari fattori. La cosa che in molti si chiedono è: chi è che paga un prezzo tanto elevato? Vista la mancanza di guadagni e di entrate economiche nella famiglia di Harry e Meghan, in molti insinuano che quei soldi provengano dal conto in banca del principe Carlo, dunque dal denaro versato dai contribuenti inglesi. Presto i sudditi manifesteranno ancora la loro indignazione?