Credenze comuni ritengono che la causa di gonfiore intestinale  addominale sia il consumo eccessivo di cibi fermentati e lievitati come pizza, pane o torte. In realtà però il lievito non è la causa scatenante di questi gonfiori.

Spesso si pensa che in gonfiori scaturiti dopo aver consumato questi alimenti siano indice di un’intolleranza oppure di un’allergia al lievito: scientificamente però non sono state scoperte delle intolleranze o delle allergie a tale ingrediente specifico, ma solamente reazioni ad alcuni enzimi contenuti nel lievito. Se dopo aver mangiato una cena in pizzeria vi sentite gonfie la colpa potrebbe non essere dell’impasto ma di alcuni fattori differenti come ad esempio un’errata fermentazione oppure cause riconducibili a problematiche differenti come per esempio stress, problemi di digestione o mal funzionamento dell’intestino, ma anche una lievitazione scorretta. Prima di allarmarsi precocemente è bene provare a cambiare fornitore di pane o pizza e vedere se il problema si ripresenta anche in momenti diversi, quando si è rilassati e in ottima salute.

Per contrastare il gonfiore addominale un buon rimedio naturale è il carbone vegetale che assorbe i gas prodotti dalla fermentazione. Con la corretta alimentazione inoltre si possono combattere in gonfiori: il pesce per esempio, è un ottimo alimento perché contiene Omega 3, grassi anti gonfiore e  anti infiammazione. Tra i cibi da evitare ci sono invece legumi come piselli, fagioli, ceci e fave, ma anche verdure come broccoli, cavoli, ravanelli e cetrioli. Cercate di limitare anche il consumo di latte e formaggi come ad esempio i latticini, che favoriscono la fermentazione.