Come realizzare a casa degli abbronzanti naturali fai da te? Prima di realizzare e utilizzare questi oli abbronzanti è importante proteggere la vostra pelle con creme protettive adatte al vostro fototipo, così da prendere il sole in modo sano e graduale. Una volta che la pelle comincerà a scurirsi, dopo 3 o 4 esposizioni, allora potrete utilizzare l'olio abbronzante fai da te senza mai dimenticare di continuare a proteggere la pelle. Utilizzati nel modo giusto, questi abbronzanti casalinghi vi aiuteranno a velocizzare la tintarella che sarà più dorata, lasciando la pelle elastica e idratate. Scopriamo allora come prepararli in poco tempo con semplici ingredienti tutti naturali.

Abbronzanti naturali fai da te: creme e oli casalinghi per una tintarella naturale

Vediamo ora come preparare creme e oli abbronzanti fai da te per esporsi al sole utilizzando prodotti naturali. È importante però sottolineare che si tratta di abbronzanti perlopiù con basso fattore protettivo, adatti quindi a pelli scure o già abbronzate a da utilizzare sempre insieme a creme con fattore di protezione. Prima di sdraiarsi al sole, inoltre, è importante preparare la pelle utilizzando degli scrub fai da te  per rimuovere le cellule morte e favorire l'abbronzatura. Ricordate anche che alcune erbe officinali possono aiutarci ad incrementare l'abbronzatura, tra queste troviamo l'ammi che potete acquistare in erboristeria sotto forma di semi: preparate con i semi di ammi degli infusi che favoriranno la pigmentazione della pelle.

Gli oli abbronzanti fai da te possono essere utilizzati al massimo per 2 mesi, inoltre è importante sapere che non sono fotostabili per questo, i flaconi in cui li conservate, non devono essere esposti direttamente al sole ma conservati al fresco e al riparo dalla luce, altrimenti potrebbero irrancidire. Solo l'aggiunta di vitamina E (tocoferolo) al composto potrebbe farlo durare più a lungo.

Abbronzante nutriente all'olio di mais e fiori di iperico

Per realizzare un abbronzante naturale nutriente a bassa protezione possiamo utilizzare 250 gr di olio di mais o, in alternativa, di soia, un pugno di fiori di iperico e un cucchiaio di corteccia di  Rhamnus frangula, da acquistare in erboristeria. Mettete insieme tutti questi ingredienti all'interno di un barattolo di vetro, mescolate bene il tutto, chiudete ermeticamente e lasciate macerare per 10 giorni al buio. Trascorso il tempo necessario filtrate e aggiungete 100 grammi di olio di avocado, che renderà l'abbronzante più nutriente, e mescolate. Il vostro unguento è pronto per essere applicato prima dell'esposizione al sole.

Olio abbronzante alla carota per dorare la pelle

Una valida alternativa può essere l'olio abbronzante alla carota molto semplice da preparare per un colorito dorato: vi occorreranno due carote e dell'olio di semi di girasole che deve essere preferibilmente ottenuto con spremitura a freddo: in questo modo ha un effetto finale migliore per il nostro olio abbronzante. Lavate le carote, tagliate le estremità ed eliminate la pelle. Grattugiatele e inseritele in un barattolo aggiungendo un bicchiere di olio di semi di girasole, mescolate bene e lasciate riposare per 10 giorni in luogo asciutto e al riparo dalla luce. L'olio assumerà un colorito arancione molto intenso, andrà poi filtrato e inserito in un contenitore spray e utilizzato al bisogno

Olio abbronzante al cocco cremoso e super profumato

Chi ama il profumo del cocco non potrà rinunciare a questo olio cremoso davvero facile da realizzare. Vi occorreranno due cucchiai di olio di cocco, un bicchiere di olio di sesamo e due cucchiai di burro di cacao che donerà all'olio la sua cremosità. Fate cuocere insieme gli ingredienti e a bagnomaria e versate il composto in un vasetto. Applicatelo sulla pelle prima dell'esposizione al sole.

Abbronzante all'olio di sesamo, curcuma e mallo di noce per una tintarella naturale

Per ottenere una tintarella naturalmente dorata potete preparare questo abbronzante fai da te con 500 ml di olio di sesamo, meglio se biologico, due cucchiai di curcuma e un cucchiaino di mallo di noce, ottenuto triturando le noci. Unite gli ingredienti in un barattolo, mescolateli bene e fate riposare per almeno 5 giorni in luogo fresco e al riparo dalla luce. Versate poi il composto in un barattolo di plastica. Spalmatelo sulla pelle mezz'ora prima dell'esposizione su pelle già abbronzata, come per tutti gli abbronzanti fai da te.

Olio super abbronzante all'olio e limone

Chi vuole potenziare l'abbronzatura, e donare un colorito ancora più dorato alla pelle giù abbronzata, potrà preparar questo olio super abbronzante mescolando insieme succo di limone e olio extravergine di oliva, ricetta che arriva dalla Puglia, terra che produce e promuove l'utilizzo dell'olio Evo per la salute e per la bellezza. Per il nostro abbronzante vi occorrono un limone e mezzo bicchiere di olio Evo: versate gli ingredienti in una ciotola e amalgamateli bene fino a formare una cremina liscia e densa. Spalmatela al bisogno sul corpo. Funzionerà come acceleratore di abbronzatura.

Consigli e rimedi naturali per mantenere l'abbronzatura

Dopo la spiaggia è importante seguire alcuni consigli per mantenere l'abbronzatura  che saranno utili anche una volta finite le vacanze.

  • Per mantenere il vostro colorito dorato potete preparare un rimedio casalingo: in una bottiglia scura versate 100 grammi di olio di avocado, olio di noci e olio di soia, mescolate bene e applicate sulla pelle prima e dopo il bagno in mare o in piscina.
  • Una volta a casa, se la vostra pelle è arrossata, potete preparare una semplice lozione lenitiva: sbucciate mezzo melone maturo, frullate la polpa e filtratelo. Mescolatelo poi per un minuto aggiungendo un cucchiaino di argilla verde ventilata e applicate sulle zone interessate.
  • Non dimenticate poi l'alimentazione: consumate cibi ricchi di vitamina A, C ed E che vi aiuteranno a prolungare l'abbronzatura: carote, spinaci, lattuga, peperoni, broccoli, cavolfiore, albicocche, pesche, arance e kiwi.

Rischi e controindicazioni degli abbronzanti fai da te

Ribadiamo che gli abbronzanti fai da te non hanno filtri solari, devono quindi essere utilizzati su pelle già scura e continuando ad utilizzare creme solari con protezione adeguata al proprio fototipo. In questo modo non si corre il rischio di scottature solari o ustioni che possono essere dannose per la salute: abbronzarsi senza filtri può anche favorire la comparsa di tumori della pelle.

Prima di preparare questi prodotti abbronzanti fai da te fate attenzione alle dosi e anche alle allergie personali: in caso di dubbi chiedete al vostro medico o all'erborista. Fate sempre attenzione a ciò che mettete sulla pelle per non mettere a rischio la salute.