Fashion Food, ecco gli abiti da mangiare (FOTO)

I confini della moda ormai non hanno più limiti, dimenticate dunque le T-shirts in cotone, i vestiti in seta e i maglioni in lana, arrivano gli abiti da mangiare. Oggi il fashion system racchiude in sè una vastità di arti parallele tra cui la fashion food, ovvero l'arte di creare abiti ed accessori con frutta, verdura, cioccolato ed altre sostanze commestibili. Qualche anno fa fu Lady Gaga a lanciare la tendenza: la cantante lasciò tutti a bocca aperta presentandosi agli MTV Video Music Awards del 2010 con un abito di carne disegnato da Franc Fernandez e ideato da Nicola Formichetti. Moda e arte culinaria sembra che vadano particolarmente d'accordo; negli ultimi anni si  sprecano le sfilate con abiti al cioccolato, mentre alcuni grandi chef hanno creato piatti ispirati alle creazioni dei grandi designer.

Creazioni di moda da mangiare – Diversi artisti contemporanei hanno voluto spingersi ancor più in là creando abiti ed accessori con materiali commestibili. L'inglese Emily Crane è la prima designer ad aver realizzato bracciali, collane e capi da indossare con alghe marine e gelatina, unite insieme per creare pezzi biologici al cento per cento. La coreana Sung Yeonju ha invece raccolto in un volume chiamato, "Wearable Foods", tutte le immagini degli abiti che ha creato con frutta e verdura. All'interno del libro si possono ammirare mini abiti fatti di cipolla, peplum dress con bucce di pomodoro e top con foglie di radicchio. Degne di nota sono anche le opere di fashion food realizzate dallo Chef Roland Trettl, uno dei più famosi "stilisti del gusto", celebre per i suo abiti commestibili esposti nei musei più famosi al mondo, tra questi l’Octopus bustier realizzato con un polipo.