E' morta la stilista Maria Mandelli, fondatrice della casa di moda Krizia. Aveva 90 anni ed è venuta a mancare al'improvviso ieri sera alle ore 21. A dare la notizia è stato il consiglio di amministrazione di M.M.K. spa attraverso un comunicato stampa, in cui però non sono state spiegate precisamente le ragioni precise del suo decesso. Ancora nessuno sa infatti se Krizia fosse affetta da qualche patologia o malattia grave.

La stilista era nata nel 1925 a Bergamo ed aveva sempre avuto una passione incontenibile per il mondo della moda. Da giovane ha vissuto in Svizzera ed i suoi familiari l'hanno spinta a tentare il concorso per diventare insegnante. Nonostante ciò, il richiamo verso il taglio, il cucito e l'ideazione di capi d'abbigliamento era troppo forte per essere ignorato. Poco dopo essere diventata maestra elementare, ha abbandonato tutto ed ha aperto un laboratorio a Milano insieme all'amica Flora Dolce, dove produceva gonne ed abiti semplici, dalla linea essenziale e fresca. Nel 1957, ha poi esposto per la prima volta i suoi abiti al Salone mercato internazionale dell'abbigliamento e si è fatta subito notare dai compratori provenienti da ogni parte del mondo. Nel 1964 ha infatti prodotto e presentato una collezione vera e propria a Firenze presso Palazzo Pitti. E' proprio grazie alla linea che giocava sui toni del bianco e del nero che ha ottenuto il premio "Critica della moda", un riconoscimenti che non era mai andato ad una donna.

Si è distinta tra gli stilisti italiani e di fama internazionale per aver utilizzato degli accostamenti arditi e per aver usato materiali insoliti come la gomma, il sughero e l'anguilla. E' stato però nel 1971, quando andavano di moda solo il maxi e il midi, che si è imposta nel fashion system con i suoi "hot pants", cioè dei pantaloncini cortissimi che hanno fatto scandalo. Le sue creazioni uniche ed audaci le hanno fatto guadagnare il soprannome di "Crazy Krizia". Col passare degli anni, ha debuttato con i profumi "K de Krizia", con la boccetta disegnata da Pierre Dinand, con "Krizia Uomo" e "Teatro alla Scala by Krizia". Ha poi prodotto anche delle collezioni di accessori, come borse, cinture, scarpe, e di abiti per una clientela più giovane. La divisione moda della maison Krizia nel 2014 era stata acquistata da una delle aziende leader del pret-a-porter di fascia alta nel mercato asiatico: la società cinese Shenzhen Marisfrolg Fashion co. E' solo a qualche mese prima, al settembre del 2013, che risale l'ultima sfilata dei suoi abiti della collezione Primavera/Estate 2014 presentata alla Milano Fashion Week.

Una moda luminosa, fresca, capace di adattarsi ai tempi contemporanei e di vestire una sofisticated lady aggiornatissima: questi sono gli elementi che hanno caratterizzato sempre lo stile inconfondibile della stilista Maria Mandelli. Krizia ha lasciato oggi un vuoto enorme nel fashion system, che non può fare a meno di piangere la sua scomparsa.