Tra tutte le diete che promettono di farti perdere peso e ritrovare la forma perfetta una delle più conosciute è senza dubbio la dieta a zona. Ma come funziona realmente? Non tutti infatti conoscono le regole base e gli alimenti da evitare se si segue questa tipologia di regime. Se seguite il regime alimentare senza sgarrare potrete perdere da 500 grammi fino a un kg a settimana, ritrovando la forma perfetta senza troppi sacrifici.  La dieta a zona è una delle più gettonate anche tra i vip: non è un segreto infatti che Charlize Theron e Cindy Crawford la seguano, ma tra gli ultimi a confessare di seguire tale dieta c'è persino Fedez: il rapper infatti ha affermato che grazie alla dieta ha perso ben 7kg e ha ritrovato la forma perfetta anche per esibirsi sul palco. Scopri come si compone la dieta a zona!

Le regole della dieta a zona

La regola principale è quella del 40-30-30: non si tratta delle misure del tuo corpo, ma delle giusti proporzioni degli alimenti che devi consumare durante il giorno. Secondo la dieta a zona infatti, il giusto apporto di calorie è composto dal 40% di carboidrati, 30% di proteine e 30% di grassi. Questa particolare si basa inoltre su tempistiche ben precise: tra un pasto e l'altro infatti non dovranno trascorrere più di 5 ore e per tale ragione è consigliato oltre a colazione, pranzo e cena, inserire durante al giornata due spuntini, uno a metà mattina e uno a metà pomeriggio oppure la sera dopo cena. Ogni pasto dovrà seguire la regola del 40-30-30, anche gli spuntini.

Dieta a zona: cosa mangiare

Per il pranzo ad esempio, potete consumare un'insalata con tonno e spinaci accompagnata da un piccolo panino integrale, oppure un'insalata sfiziosa con polipo, sedano e pere condita con un cucchiaino di olio extra vergine d'oliva. Per la cena potete consumare invece il petto di pollo accompagnato da un'insalata di pomodori oppure una bistecca di vitello con carote. Gli spuntini possono sembrare il pasto più complicato, ma in realtà non è così: sono perfetti per esempio 150g di philadelphia light, dell'uva e delle nocciole, oppure uno yogurt bianco e delle noci, o ancora de fiocchi di latte magri accompagnati da frutta secca come noci e mandorle.

Gli alimenti vietati nella dieta a zona

Come ogni dieta che si rispetti alcuni alimenti sono da limitare o persino da rimuovere del tutto dal nostro regime alimentare. L'obiettivo finale infatti non è solo quello di perdere peso, ma anche quello di mantenere basso il livello della glicemia. I cibi come gli zuccheri, i dolci e i dessert ma anche pasta, riso, lasagne, patate, carni grasse e salumi sono da evitare del tutto, mentre sono da limitare gli alimenti come caffè e tè, formaggi come ricotta e stracchino e il tuorlo delle uova. I cibi più favorevoli invece sono bresaola, petto di pollo, prosciutto cotto senza grasso, salmone affumicato, tacchino e ovviamente frutta e verdura di stagione. I condimenti come olio di oliva, aceto, sale e burro sono ammessi ma devono essere utilizzati con moderazione.